Dopo dieci anni di violenze e di paura di denunciare, fa arrestare il marito

Al culmine dell'ennesimo litigio

Immagine di repertorio

Un 66enne commerciante italiano è stato arrestato, ieri, lunedì 14 settembre 2020, dai carabinieri della compagnia di Chieri con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. 

Al culmine dell'ennesimo litigio con la moglie, l'ha picchiata. Con la donna che ha subito chiamato il 112, con l'arrivo immediato sul posto dei militari, che hanno così arrestato il 66enne, portandolo in carcere.

Una volta al sicuro, la donna ha raccontato ai militari come il marito fosse in cura presso un centro di salute mentale e come le violenze e le aggressioni - sia fisiche sia psicologiche - durassero ormai da dieci anni, ma come non avesse mai avuto la forza di denunciarle.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il conduttore torinese a Verissimo: "Un medico mi disse che era solo un'influenza"

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Offerte di lavoro del gruppo Iren: le posizioni aperte a Torino

  • Moto cade in tangenziale: centauro grave in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento