Dopo l'ennesima aggressione, chiama la polizia e fa arrestare il compagno

Anni di maltrattamenti, fisici e psichici

Immagine di repertorio

Ha avuto il coraggio di dire basta. Con le offese. Con le aggressioni. Con le botte. Ad ogni pié sospinto. E per qualsiasi motivo.

Ma nella notte di sabato 25 aprile, quella donna ha deciso di porre fine a tutto e di chiamare la polizia, arrivata d'urgenza in quell'abitazione del rione Campidoglio. 

All’arrivo nello stabile, i poliziotti della Squadra Volante trovano la vittima - italiana - sul pianerottolo, in pigiama. E piange ed è agitata. 

Pur dovendo insistere, riescono a farsi aprire dall'uomo - 45enne, italiano - che poi decide di attenderli in camera da letto, sdraiato.

E così sono scattate la manette ai polsi, per "maltrattamenti". La donna, che ha raccontato come le violenze - fisiche e psichiche - andassero avanti da anni, denunciandolo in due occasioni, a fronte di numerosissime remissioni di querele precedenti, ora verrà aiutata da un team di psicologhe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento