Cronaca Borgo Vittoria

La cena per lui è "misera": e dopo il litigio con la compagna e il parente, rompe anche un vetro con un pugno

Arrestato dalla polizia

L'ennesimo litigio, culminato con violenze, è avvenuto nel pomeriggio di martedì, 1 settembre 2020, in un appartamento del rione Borgo Vittoria a Torino.

Ed è lì che la vittima, una donna di 30 anni, ha deciso di chiamare la polizia per chiedere aiuto, con gli agenti del commissariato Barriera Milano che hanno arrestato un uomo di 33 anni, di nazionalità rumena, per "maltrattamenti".

Appena arrivati fuori da quell'abitazione, gli agenti hanno trovato la donna terrorizzata. E la vittima inizia a raccontare cosa fosse successo, spiegando ai poliziotti come la lite fosse scoppiata la sera precedente, per futili motivi. Per una cena che lui ha definito "misera". Ed è poi continuata il martedì per divergenze di natura familiare. 

Perché quel pomeriggio, infatti, in casa era presente anche un parente della donna, con il quale l'uomo inizia a litigare, prima di gettare a terra alcuni piatti. 

La donna, esausta, intima all'uomo di abbandonare l'appartamento. Ma, di tutta risposta, il compagno le risponde così: "Chiama pure la polizia, di qui non mi muovo". 

E mentre la vittima chiama la polizia, il compagno sferra un pugno contro una finestra dell'appartamento, rompendo il vetro, oltre a ferirsi.

E in una casa sottosopra, frutto dell'ira dell'uomo, gli agenti riescono a mettergli le manette ai polsi mentre si trovava in bagno, intento a pulirsi polso e braccio e ad automedicarsi le ferite. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cena per lui è "misera": e dopo il litigio con la compagna e il parente, rompe anche un vetro con un pugno

TorinoToday è in caricamento