rotate-mobile
Cronaca

Non si ferma con il rosso: inseguita per quindici chilometri da Torino a Volpiano

Conducente arrestata, denunciata e multata

Da corso Vercelli a Volpiano, prima di essere arrestata dopo una fuga spericolata durata oltre quindici chilometri. È quanto successo nella tarda serata di ieri, domenica 8 maggio 2022. Protagonista una donna di 39 anni, italiana, arrestata per resistenza a pubblico ufficiale e denunciata in stato di libertà per detenzione di stupefacenti, oltraggio a pubblico ufficiale, detenzione abusiva di armi e guida in stato di alterazione psicofisica. Oltre ad essere sanzionata amministrativamente per diverse infrazioni al codice della strada. 

Tutto ha avuto inizio verso le 21, quando la donna non si è fermata all’alt della volante in corso Vercelli, che aveva appena superato l’incrocio nonostante il semaforo rosso. I poliziotti intimano all’auto l’alt ma la conducente ignora le indicazioni e si dà alla fuga. A questo punto inizia l’inseguimento. Dopo aver superato altri due incroci con il rosso, la donna alla guida dell’auto continua la sua folle corsa in direzione Mappano, per poi giungere a Leinì da dove si dirige in direzione A4.

Durante la corsa, l’autovettura invade più volte la corsia di marcia opposta, rischiando di collidere con veicoli provenienti in senso contrario e mettendo in pericolo l’incolumità di altri utenti della strada. Giunta all’ingresso “Volpiano Sud”, l’auto in fuga si schianta contro il guard-rail. E la fuga si interrompe. A bordo la conducente, arrestata, e un'altra persona, risultata però essere totalmente estranea ai fatti. Sequestrato anche della cocaina, trovata sul tappetino lato conducente. Nella successiva perquisizione domiciliare, vengono rinvenuti e sequestrati due bilancini di precisione e una carabina ad aria compressa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma con il rosso: inseguita per quindici chilometri da Torino a Volpiano

TorinoToday è in caricamento