Cronaca Ciriè / Via Dante Alighieri

Incendio nell'ex falegnameria di Ciriè: è stato un imprenditore a dare fuoco all'area. Stanato dalle telecamere

Non è stato il "Piromane di Cirié", capace di incendiare oltre 70 auto in pochi anni

È un imprenditore di 29 anni della zona ad aver bruciato e distrutto l’ex falegnameria Bertetto di via Dante a Cirié nella tarda serata di lunedì 27 settembre 2021. La struttura era abbandonata da una trentina di anni e nessuno, in questo lungo lasso di tempo, l’aveva rilevata o per farne abitazioni o per ospitare una nuova attività. Cosa che, secondo quanto emerso, aveva intenzione di fare lui, pur non essendone ancora proprietario. È invece il padrone di un terreno confinante su cui stava costruendo.

A stanarlo sono state le telecamere del sistema di videosorveglianza di Cirié che hanno visto un furgone sostare a lungo in quella zona, con un uomo che si è poi allontanato a bordo dello stesso mezzo non appena le fiamme si sono estese in tutta l’area. Dalla targa si è arrivati al proprietario del furgone: a casa dell’imprenditore, i carabinieri hanno trovato i vestiti indossati la sera dell’incendio e che erano stati individuati durante la dettagliata analisi delle immagini di videosorveglianza. Nella ditta è stata trovata una pistola con matricola abrasa, motivo dell’arresto dell’uomo. L’arma è stata inviata al reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Parma per verificare se sia stata utilizzata per eventi delittuosi.

L’allarme era scattato attorno alle 22 di lunedì, quando i residenti hanno sentito un forte boato e poi le fiamme. Il fuoco era visibile anche a distanza, alla pari della colonna di fumo nero. Il rogo era stato spento dai vigili del fuoco di San Maurizio Canavese, Mathi, Torino e Volpiano, che hanno lavorato tutta la notte e persino nella mattinata di martedì, vista la difficoltà nello spegnere il rogo e, successivamente, per mettere in sicurezza l’area e per poi dare avvio alle operazioni di smassamento. Un vigile del fuoco era rimasto anche lievemente ferito ed era stato ricoverato in ospedale.

Sulle prime si era pensato che si trattasse dell’ennesimo gesto del cosiddetto piromane di Cirié, autore di diversi incendi di auto negli ultimi anni. Ma gli occhi elettronici hanno fatto emergere un’altra verità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio nell'ex falegnameria di Ciriè: è stato un imprenditore a dare fuoco all'area. Stanato dalle telecamere

TorinoToday è in caricamento