Cronaca Aurora / Via Francesco Cigna

Doveva essere ai domiciliari nella sua casa di Cuneo ma era nel parco a Torino: evaso due volte in sette giorni

Arrestato dopo l'inseguimento

Immagine di repertorio

Doveva essere ai domiciliari, a Cuneo - con divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle 21 alle 6 - e invece era in compagnia di un amico a Torino, nel parco Sempione. A rendere ancora più curiosa questa storia è il fatto che quel 19enne tunisino, pluripregiudicato, ha infranto l'obbligo dei domiciliari per ben due volte in sette giorni. 

E se la prima volta era stato denunciato, questa volta sono scattate le manette, messe ai polsi del giovane dagli agenti della Squadra Volante. 

Il 19enne, mercoledì scorso, 13 gennaio 2021, quando ha visto la polizia si è fermato nel parco a bere dalla fontanella. Gli agenti, però, hanno ipotizzato volesse eludere un controllo e si sono avvicinati. Ma il giovane è scappato dentro al cantiere della ferrovia ma, notando la strada sbarrata dalla Volante, ha deciso di dirigersi verso via Cigna. 

Dopo un lungo inseguimento a piedi, correndo persino tra le auto in marcia, è stato fermato e arrestato, non prima di aver scavalcato la recinzione di un complesso di case popolari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doveva essere ai domiciliari nella sua casa di Cuneo ma era nel parco a Torino: evaso due volte in sette giorni

TorinoToday è in caricamento