Finge di avere un permesso di lavoro: evaso finisce in manette

Dopo un litigio con un amico

Immagine di repertorio

Finge di avere un permesso di lavoro per evitare l'arresto per evasione. E' successo nella giornata di sabato, 14 aprile, in via Cigna.

Nei guai è finito un uomo di 31 anni, di nazionalità marocchina, ai domiciliari perché doveva scontare una pena di 4 mesi e mezzo di reclusione.

Gli agenti della Squadra Volante erano arrivati sul posto dopo diverse telefonate che segnalavano una lite in strada. Dopo aver controllato i due litiganti, è emerso come il 31enne avesse un permesso per assentarsi di due ore, dalle 10 alle 12. Ma restando nel suo comune di residenza, nell'hinterland torinese.

Per evitare guai peggiori con gli agenti, ha detto di essere in possesso di un permesso lavorativo. Tutto vano, perché inesistente. E così è scattato l'arresto per evasione.

Nei guai è finito anche l'altro litigante, un 33enne di nazionalità marocchina, con precedenti di polizia: a suo carico pendeva un avviso orale. Per questo motivo è stato denunciato per l’ inosservanza di questa prescrizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

Torna su
TorinoToday è in caricamento