Lo fermano per un controllo e scoprono che deve scontare quattro anni di carcere: arrestato

In centro città

Immagine di repertorio

Martedì pomeriggio, gli agenti del commissariato Dora Vanchiglia, in pieno centro, fermano per un controllo un ragazzo egiziano di 20 anni.

Un controllo di routine, almeno sulla carta. Perché il giovane non ha con sé i documenti d'identità. E così viene portato in commissariato per gli accertamenti di rito.

Setacciato il database, emerge un alias e, ancora, un provvedimento emesso dal tribunale dei minori per pene non espiate che, complessivamente, ammontano a 4 anni e 8 giorni di reclusione. Questo per reati come rapina, lesioni, furto, ricettazione e spaccio, commessi anche quando era ancora minorenne.

Inevitabili, quindi, le manette ai polsi e il passaggio in carcere, a Torino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Dieta, metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunciare ai propri alimenti preferiti

  • Torino, colta da malore, stramazza al suolo: muore in ospedale nonostante i soccorsi dei civich

Torna su
TorinoToday è in caricamento