menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

La invita a cena dopo averla picchiata e minacciata: arrestato il toy-boy

Pochi giorni prima lei lo aveva denunciato

Lui è un giovane di 28 anni, straniero. Lei, invece, una donna di 60 anni, italiana. Una storia d'amore durata diverso tempo ma, a oggi, finita. 

Eppure, sabato sera, 29 febbraio 2020, si è presentato sotto casa per portarla a mangiare fuori. Almeno questi erano i suoi intenti. 

Peccato che la sua amata lo abbia denunciato pochi giorni prima perché lui, con una scusa, l'aveva avvicinata per strada chiedendo di prendere un caffè per poi accusarla di essersi rifatta una vita, distruggendole il cellulare per ripicca.

Più volte, nei mesi scorsi, durante la convivenza, l’uomo l’aveva picchiata in preda alla sua folle gelosia, arrivando anche a sputarle addosso. Motivo per il quale aveva deciso di interrompere la loro storia d'amore. 

Nonostante la denuncia, imperterrito, si era presentato sotto casa, nel rione Nizza Millefonti, suonandole al citofono e rimanendo sotto casa.

La donna, impaurita, ha deciso di chiamare la polizia, con una pattuglia della Squadra Volante che è prontamente intervenuta per riportare la situazione alla normalità.

Ma il 28enne, invece, ha insistito anche con i poliziotti, sostenendo che non stesse facendo nulla di male e che si fosse presentato per fare una sopresa alla sua ex, con una cena romantica per provare a ritornare assieme.

Quando gli agenti hanno fatto capire all'uomo che la situazione per lui stava peggiorando, ha iniziato ad urlare, dicendo che avrebbe ucciso la donna con le proprie mani non appena uscito dal carcere: è stato arrestato per "atti persecutori".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento