menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Non accetta la fine della loro relazione e la minaccia di morte. Anche sotto gli occhi dei figli

Arrestato

Atti persecutori. Questa l'accusa mossa ad un 50enne, arrestato dalle Volanti nei giorni scorsi nel quartiere di Borgo Vittoria.

Come purtroppo accade nella maggior parte dei casi, l'amore svanisce e diventa odio misto a rabbia. Soprattutto quando non si riesce ad accettare la fine di una relazione.

Lui e la ex compagna, infatti, si erano lasciati da qualche mese. Ma il 50enne non era riuscito a concepirlo, arrivando a minacciarla addirittura di morte, dopo averla raggiunta nell'abitazione dei genitori di lei. 

In altre circostanze, le minacce erano avvenute anche alla presenza dei figli minori della coppia. 

I poliziotti, al loro arrivo, avrebbero notato lo stato di ebbrezza dell'uomo, che ha subito negato ogni accusa. Questo nonostante vi fossero diversi testimoni.

Una volta arrestato, la donna ha raccontato come le vessazioni andassero avanti dai giorni successivi alla loro separazione. A tal punto da portarla a cambiare le proprie abitudini di vita, facendola cadere in uno stato di ansia e paura costanti per lei e la sua famiglia.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento