rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca San Salvario

Torino, richiesta di prestazioni sessuali e pedinamenti: l'amore non corrisposto finisce con l'arresto

Lo aveva aiutato in un momento di difficoltà

Si erano conosciuti due anni fa. Lei, 40enne italiana. Lui, 50enne marocchino, bisognoso d'aiuto. Ogni tanto lo aveva ospitato a casa, evitandogli il freddo e concedendogli qualche pasto caldo. 

Ma quelle attenzioni, del tutto amichevoli, avevano portato l'uomo ad invaghirsi fino ad innamorarsi. E negli ultimi mesi, era persino arrivato a chiederle prestazioni sessuali, tutte ripetutamente negate dalla donna, che non ha mai smesso di ribadirgli come fra i due ci potesse essere solo amicizia.

A febbraio, la donna ha sporto denuncia nei suoi confronti a seguito di un tentativo di violenza. Nonostante la denuncia, l'uomo ha continuato a chiamarla - anche da numero privato - continuando a seguirla, anche sul posto di lavoro. 

Fino a ieri, martedì 2 marzo 2021, quando esausta ha deciso di chiamare la polizia, visto che l'aveva raggiunta mentre era a pranzo con un'amica.

Inevitabili le manette per "atti persecutori": il 50enne era già noto alle forze dell'ordine perchè colpito da un divieto di dimora nel Comune e nella provincia di Torino per cinque anni e per una precedente denuncia per tentata violenza sessuale. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, richiesta di prestazioni sessuali e pedinamenti: l'amore non corrisposto finisce con l'arresto

TorinoToday è in caricamento