Cronaca San Salvario / Corso Massimo d'Azeglio

Aggredito e malmenato dal branco con calci e pugni, sotto gli occhi dell'amico: un arresto

Volevano derubarlo di zaino e cellulare

Immagine di repertorio

Aggredito, malmenato da un branco, che ha provato persino a rubargli zaino e cellulare.

E' quanto successo nella notte di domenica 29 giugno 2020 ai Murazzi. E' lì che devono intervenire gli agenti della Squadra Volante, dopo la chiamata della vittima e del suo amico, che raccontano come il branco sia fuggito verso il parco del Valentino.

La vittima fornisce ai poliziotti una descrizione dettagliata del suo aggressore, ovvero il “capobranco”.

Le ricerche portano a un italiano di 18 anni, trovato in via Fratelli Calandra, arrestato per tentata rapina aggravata.

Una volta arrestato, gli agenti ricostruiscono tutta la vicenda con la vittima, dopo essere stata portata in ospedale per le cure mediche del caso: se la caverà con cinque giorni di prognosi.

L'aggredito racconta come lui e l'amico siano stati avvicinati da un gruppo di sette persone - tra cui il 18enne - con la richiesta di trascorrere insieme una serata all'ex Fluido. 

I due, però, declinano la proposta. Un "no" che fa cambiare atteggiamento al 18enne, che inizia a provocare vittima e amico. E così provano a fuggire, ma la vittima viene colpita con un pugno al costato dell’uomo. Nel tentativo di rialzarsi, viene colpito un'altra volta, con una spallata, prima che tutto il branco iniziasse a colpirlo con una raffica di pugni. Con il 18enne che incita il gruppo a rubare zaino e cellulare ai due malcapitati.

Poi la fuga, vista la forte resistenza dei due a consegnargli quanto volevano. E ora la polizia è sulle tracce degli altri sette: sono in corso i controlli degli impianti di videosorveglianza della zona. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredito e malmenato dal branco con calci e pugni, sotto gli occhi dell'amico: un arresto

TorinoToday è in caricamento