Cronaca

Ancora truffe on line. Due correntisti derubati di 9mila euro: due arresti

Sorpresi a prelevare i soldi appena sottratti

Immagine di repertorio

Novemila euro. E' questo il "tesoretto" sottratto a due ignari correntisti attraverso il metodo del "phishing bancario", una vera e propria truffa escogitata da pirati informatici che, mediante una mail trappola, riescono a entrare in possesso dei dati dei conti correnti bancari, prosciugando i conti di cifre importanti. 

Due torinesi sono stati arrestati dalla Polizia Postale al termine di complessa attività investigativa. Per loro l'accusa è di "riciclaggio di denaro" e "profitto di frodi online realizzate con tecniche di phishing bancario".

L'indagine è partita grazie alle segnalazioni provenienti dall’ufficio antifrode della Banca BNL Gruppo BNP Paribas. Nel corso degli stessi accertamenti, gli investigatori hanno ricostruito un complesso sistema di "cyber-laundering" - ovvero riciclaggio online di denaro sporco - attivo non solo nel territorio piemontese ma anche a livello nazionale.

Mediante l'utilizzo di siti internet "clone" o finte mail delle banche, i pirati informatici sono riusciti a truffare i due correntisti, che abitano nel Lazio. I due arrestati sono stati colti in flagrante proprio mentre prelevavano da un bancomat le somme rubate e che nel frattempo erano state depositate su un conto aperto ad hoc da un prestanome.

Al momento dell’arresto, i due sono stati trovati in possesso di numerose carte di pagamento e denaro contante per diverse migliaia di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora truffe on line. Due correntisti derubati di 9mila euro: due arresti

TorinoToday è in caricamento