Cronaca Borgo Vittoria / Corso Grosseto

Nella borsa i flaconi di metadone, in una scatoletta le pastiglie di sedativo: due pusher in manette

Denunciato un acquirente

Immagine di repertorio

Pillole di sedativo e metadone. 

Sono queste le sostanze che sono state sequestrate, nei giorni scorsi, dalla polizia, con due pusher finiti in manette. 

Il primo episodio giovedì mattina, 30 maggio 2020, quando nel parco Sempione è stato arrestato un 27enne di nazionalità marocchina con l'accusa di "detenzione di sostanza stupefacente".

Durante la perquisizione, gli agenti della Squadra Volante hanno trovato nei boxer una scatolina porta lenti, all'interno della quale c'erano del crack e nove pastiglie di un farmaco sedativo.

Di qui la decisione di un controllo domiciliare, dove vengono trovati numerosi blister della stessa sostanza sedativa, per un totale di 250 pasticche.

Sequestrate boccette di metadone: un arresto

Il giorno successivo, venerdì 1 giugno 2020, gli agenti del commissariato Dora Vanchiglia hanno arrestato un uomo di 53 anni per "spaccio di sostanze stupefacenti".

Tutto avviene nella zona di corso XI Febbraio, dove la polizia vede in presa diretta lo smercio di boccette di metadone. Fermati dai poliziotti, venditore e acquirente vengono perquisiti.

Nella borsa del pusher, ecco trovare cinque flaconi di metadone da 80 mg, tutti con l’etichetta strappata in parte e annerita per nasconderne il nominativo.

L’acquirente è stato deferito per "favoreggiamento". Tutti e due, infine, sono stati denunciati per ricettazione.

Da ulteriori accertamenti gli agenti scoprono che l’uomo non è nuovo a reati inerenti il possesso illegale di metadone: il precedente è di aprile, quando venne denunciato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella borsa i flaconi di metadone, in una scatoletta le pastiglie di sedativo: due pusher in manette

TorinoToday è in caricamento