menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Torino, lo spaccio avveniva o in piazza o dopo un appuntamento telefonico: tre arresti

Dosi vendute a italiani

Tre spacciatori sono finiti in manette, nel corso degli ultimi giorni, a Torino. 

Il primo giovedì scorso, 15 ottobre 2020, in via Cesare Balbo, nei pressi di piazza Santa Giulia. E' lì che è stato sorpreso un 22enne senegalese, mentre cedeva una dose di marjuana a un ragazzo italiano.

Dopo la perquisizione, sono stati trovati, nella parte interna dei suoi jeans, una busta con circa 10 grammi di marjuana e un centinaio di bustine più piccole, in cellophane. Il giovane, irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato dagli agenti del commissariato Dora Vanchiglia per "detenzione e spaccio di sostanza stupefacente".

Passano poche ore e venerdì sera, ad essere arrestati sono stati due nigeriani di 25 e 38 anni, domiciliati in via Caselette. Il modus operandi dei due era piuttosto semplice: il 38enne ogni giorno riceveva le ordinazioni via cellulare e usava il 25enne per la consegna. Il più giovane è stato fermato da due agenti in borghese del commissariato Dora Vanchiglia dopo aver ceduto una dose di cocaina ad un cittadino italiano, nel piazzale retrostante un supermercato di corso Potenza. Per entrambi è scattato l’arresto per "spaccio in concorso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento