menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Spacciavano droga nonostante il Coronavirus: arrestati e allo stesso tempo denunciati

Denunciati anche i clienti

Sono tre i pusher che sono stati arrestati dalla polizia nei giorni scorsi dalla polizia nell'ambito dei controlli che la Questura di Torino ha deciso di effettuare nelle aree cittadine per verificare il rispetto delle limitazioni previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio del 9 marzo 2020 "anti Covid".

Durante la sorveglianza dei parchi cittadini, gli agenti hanno arrestato due cittadini di 30 e 22 anni originari del Gambia e un 28enne nigeriano.

I primi due nel tratto di strada pedonale di via Cesare Balbo; il terzo sul Lungo Dora Firenze.

Identico il modus operandi dei tre: o attiravano l'attenzione o aspettavano che il cliente si avvicinasse. Dopo aver ottenuto i soldi, ecco lo scambio con la dose di droga.

Dosi che gli spacciatori nascondevano tra i rami di un cespuglio - come nel caso del 22enne gambiano - oppure recuperate da un pacchetto di sigarette nascosto a terra, come faceva il pusher nigeriano.

I tre, tutti con precedenti specifici di polizia, sono stati arrestati per "detenzione e spaccio di sostanza stupefacente" e denunciati, alla pari dei loro acquirenti, per "inottemperanza alle vigenti normative del DPCM del 9/3/2020", visto che l'acquisto di droga non rientra tra i "giustificati motivi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento