Cocaina ed eroina nascoste nei calzini e sotto lo spazzolone del bagno di un negozio

Cinque pusher in manette

La droga sequestrata dalla polizia

Fine settimana di arresti, quella appena andata in archivio, da parte della polizia. Arresti tutti per droga, visto che in manette sono finiti altrettanti pusher.

Il primo è stato un senegalese, in corso Galileo Ferraris. Poi un gambiano nelle vicinanze del Ponte Mosca.

E, ancora, un gabonese di 31 anni, arrestato dagli agenti del commissariato Centro dopo aver ceduto droga sia in piazza Paleocapa sia in piazza Carlo Felice.

Ma alla vista della polizia, il pusher ha tentato la fuga. I poliziotti, però, riescono a trovarlo, proprio mentre cedeva la droga in via Belfiore, nonostante si fosse cambiato la maglietta, vicino a un negozio. 

Le unità cinofile, che hanno operato assieme agli agenti, hanno trovato 104 involucri di eroina e cocaina, nascosti in due calzini, ulteriormente nascosti sotto lo spazzolone del bagno dell’esercizio. Involucri nascosti all'insaputa del titolare del negozio.

Domenica notte, 12 luglio 2020, gli agenti del commissariato Barriera Milano, in corso Novara, hanno notato un senegalese di 31 anni, già noto ai poliziotti, all’interno di un taxi fermo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando la volante si è avvicinata, gli agenti lo hanno visto armeggiare. Motivo per il quale il taxi è stato fermato ed è scattata la perquisizione. L'uomo, però, ha iniziato a spintonare e colpire ripetutamente gli agenti. Ma nonostante ciò, i poliziotti sono riusciti ad arrestarlo. Trovando poi nelle sue tasche due involucri contenenti cocaina in pietra, per un peso complessivo superiore ai 50 grammi. Il 31enne è stato arrestato per "spaccio", "resistenza a pubblico ufficiale", "lesioni" e "danneggiamento", visto che ha anche rotto l’orologio di uno dei poliziotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento