Rapina in banca con dipendenti chiusi in bagno: arrestati i banditi

Dopo otto mesi di indagini

La Banca Sella di Chiaverano

Nel luglio scorso, la filiale della Banca Sella di Chiaverano era stata teatro di una rapina a mano armata.

A distanza otto mesi, i carabinieri di Biella hanno arrestato i responsabili. Si tratta di un 64enne di origini siciliane e di un 32enne di origini calabresi.

Ad incastrarli sono state le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza della filiale di Chiaverano. I carabinieri già da tempo stavano seguendo gli spostamenti dei due rapinatori. Specie del 64enne, pluripregiudicato, volto estremamente noto nel biellese.

Durante una perquisizione domiciliare nelle due abitazioni, è stata anche trovata una pistola giocattolo: per gli inquirenti potrebbe trattarsi dell'arma utilizzata per compiere il colpo a luglio. 

Quella volta, i due banditi erano entrati in azione mascherati con occhiali scuri, capelli sugli occhi e la barba, armati di pistola e taglierino. Si erano fatti consegnare 3mila euro in contanti dai dipendenti della banca che, prima della fuga, erano stati chiusi nel bagno della filiale.

I due ora si trovano in carcere a Ivrea.

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Vuoi diventare una persona mattiniera? 6 consigli per un risveglio al top

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Trovato morto nella sua auto nei campi: si è sparato un colpo di fucile

Torna su
TorinoToday è in caricamento