Cronaca

Nove in manette a Pinerolo per spaccio di droga

I carabinieri di Pinerolo hanno arrestato nove persone per spaccio, detenzione di droga, lesioni e sequestro di persona

Nove persone arrestate per spaccio, detenzione di droga, sequestro di persona e lesioni.

Gli arresti si legano ad una precedente retata, che aveva permesso ai carabinieri di arrestare 14 persone, verso fine marzo, per spaccio di droga. La strategia usata dai due gruppi era semplice: proporre un “assaggio” gratis ai clienti, per battere la concorrenza. I gruppi, autonomi, da un decennio detenevano il monopolio di hashish e cocaina nel Pinerolese e in Val Pellice: rifornivano circa 150 persone.

Tra gli arrestati figura Roberto Gioia, 41 anni, sorpreso dai militari in flagranza di reato per il possesso di un chilo di marjuana, 90 grammi di cocaina, 15 grammi di hashish e 1600 euro in contanti. Gioia era in contatto (anche se era assolutamente indipendente) con Gaetano Palermo, 40 anni, già arrestato nel corso della prima indagine dei carabinieri. Anche un altro piccolo spacciatore della zona, M.V., 42 anni, era in contatto con Gioia: tra di loro si sono verificate più di 160 telefonate in pochi giorni. V.M. è stato arrestato il 23 marzo, perché spacciava con un marocchino di 26 anni, Hicham Abbassi (“corriere” per conto di Goia).

Abbassi era già noto alle forze dell’ordine, in quanto mandante di un raid punitivo contro un altro marocchino, il 24 aprile scorso, da lui sospettato di un furto in casa sua. Dopo il violento pestaggio, il marocchino era stato trasportato d’urgenza dall’ospedale Agnelli di Pinerolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove in manette a Pinerolo per spaccio di droga

TorinoToday è in caricamento