Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Nichelino

Con delle scuse derubavano donne anziane: arrestata la banda della "Fiat Stilo grigia"

Madre e figlio in carcere

Individuavano e seguivano le loro vittime, quasi sempre donne sole e anziane. Poi, con una scusa, venivano avvicinate.

E, una volta convinte, entravano nelle loro abitazioni, razziando preziosi, ori e denaro custoditi nei cassetti.

Il loro modus operandi era ben collaudato. Frutto di anni e anni di esperienza per quella donna di 54 anni e per quell'uomo di 38 anni, madre e figlio di etnia sinti di Nichelino.

I due, dopo una lunga attività investigativa, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Mondovì per furto e portati i in carcere, come disposto dalla Procura. 

Secondo gli inquirenti, i due spesso e volentieri partivano da Nichelino per colpire in Piemonte, Liguria e Lombardia a bordo della loro Fiat Stilo grigio chiaro. 

Per il momento, su di loro ci sono prove concrete per cinque colpi messi a segno a Mondovì tra il 13 luglio e il 30 agosto 2018. I carabinieri sono convinti che vi siano altri eventi non ancora emersi e rivolgono un appello affinché le vittime li denuncino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con delle scuse derubavano donne anziane: arrestata la banda della "Fiat Stilo grigia"

TorinoToday è in caricamento