menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I soldi bloccati nella "forchetta"

I soldi bloccati nella "forchetta"

Torino, tentavano di prelevare ma i soldi non uscivano dal bancomat: i ladri avevano inserito la "forchetta"

In due in manette

Una barra in alluminio con del nastro adesivo nei bordi, inserita nell’erogatore di denaro del bancomat. E' quella scoperta dal direttore della filiale della banca "Intesa Sanpaolo" di corso Re Umberto a Torino qualche giorno fa.

Il direttore, capito si trattasse di un metodo per derubare chi tenta di prelevare soldi dal bancomat - in gergo si chiama "forchetta" o "metodo cashtrapping" - ha denunciato il tutto ai carabinieri della stazione San Secondo, con i militari che hanno dato avvio ad una indagine. Indagine che ha poi permesso di arrestare due romeni, di 28 e 29 anni, domiciliati in provincia di Varese, per furto aggravato.

L'attività dei militari ha portato a disabilitare tutti i bancomat della filiale, riuscendo nella notte a individuare due persone che, dopo aver parcheggiato la loro auto, sono entrati nella banca per uscire dopo pochi minuti. 

Subito bloccati, i due avevano nascosto nella giacca le barre in metallo appena rimossa dall’erogatore di banconote, una con 210 euro ancora incollati all’interno. Nelle loro tasche è stata trovata la somma di 1.500 euro, in banconote di diverso taglio, con evidenti tracce di colla.

Nella loro macchina, i carabinieri hanno trovato un’altra barra metallica. 

Torino banca Sanpaolo Re Umberto arresti forchetta cashtrapping 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento