Blitz antidroga ai giardini: due arresti e venti persone controllate

Trovati tre irregolari

I controlli di giovedi sera

È di due arresti e una ventina di persone controllate il bilancio dei controlli effettuati giovedì sera, 17 ottobre 2019, dagli agenti del commissariato Barriera Milano - coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine Piemonte e dalle unità cinofile della Polizia di Stato e della Polizia Locale - in particolar modo nel parco pubblico "Peccei", tra via Cigna e via Valprato. 

In manette è finito un cittadino marocchino di 41 anni, con precedenti penali per stupefacenti, tentata rapina aggravata in concorso, rissa e inosservanza della normativa in materia di soggiorno: era stato colpito da un ordine di carcerazione per evasione. 

Un 26enne italiano, con numerosi precedenti di polizia e già colpito dalla misura del divieto di dimora a Torino, è stato arrestato nel suo appartamento - condiviso assieme ad altri due cittadini, anche loro pregiudicati - dove nascondeva 18 grammi di hashish ed un bilancino di precisione. Anche lui era ricercato perché destinatario di un ordine di custodia cautelare in carcere.

Per tre senegalesi, irregolari in Italia, sono state avviate le procedure per l’espulsione dall'Italia. Durante i controlli, trovate anche undici bustine di plastica contenenti marjuana e frammenti di crack, rispettivamente per un peso di 20 e 4 grammi. A trovarle, nel giardino, i cani antidroga.

Torino arresti evasione giardini Peccei 2019 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento