rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Parella / Via Pietro Cossa

Torino, in giro in auto in piena notte ed erano ai domiciliari: le scuse non evitano un nuovo arresto

Hanno anche fornito generalità false

Quando hanno fermato quell'auto, lo scorso venerdì 26 febbraio 2021, in via Pietro Cossa, attorno alle 3 di notte, gli agenti della Volante hanno trovato a bordo tre persone.

Se il conducente non ha avuto problemi a fornire la patente, gli altri due a bordo - un uomo di 46 anni e la sua compagna, una 43enne - hanno riferito di non avere con loro i documenti, fornendo oralmente le proprie generalità.

I controlli alla banca dati non ha fornito precedenti penali per i due. Eppure, gli agenti, sono perplessi: in banca dati, infatti, esistono due persone, nate lo stesso giorno e con il medesimo cognome dei due e che risultano agli arresti domiciliari dal 10 febbraio 2021. Ma con una differenza: il nome di battesimo è doppio, il secondo dei quali coincidente proprio con quello dichiarato da loro.

I due vengono messi alle strette e completano le loro generalità. "Mi sono sentita poco bene e abbiamo chiesto ad un amico di accompagnarci in ospedale", avrebbe detto la donna ai poliziotti per evitare guai con la giustizia. 

Dopo averla accompagnata in ospedale, dove verrà poi dimessa con zero giorni di prognosi, i due vengono accompagnati in commissariato, dove è stato ricordato loro come avrebbero dovuto avvisare le forze dell'ordine in caso di uscite d'emergenza, essendo entrambi ai domiciliari. 

Un altro agente, vedendoli, ha raccontato come la coppia fosse stata vista la mattina precedente, ovvero giovedì 26 febbraio 2021, in piazza Derna.

I due sono stati arrestati per evasione, false dichiarazioni sull’identità personale  e denunciati per  evasione in trascorsa flagranza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, in giro in auto in piena notte ed erano ai domiciliari: le scuse non evitano un nuovo arresto

TorinoToday è in caricamento