Torino, Venaria, nel lockdown lo spaccio si trasferisce nelle abitazioni: tre arresti e una denuncia

Droga nascosta anche nel cuscino, in camera da letto

Una parte della droga sequestrata

In questa fase di lockdown, dove ogni atteggiamento diventa sospetto, ha fatto scattare diversi controlli da parte di carabinieri e polizia in abitazioni di Torino e provincia. Portando all'arresto di tre persone e una denuncia, tutte per possesso e spaccio.

Giovedì sera, 19 novembre 2020, gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato un 22enne italiano. I residenti avevano segnalato un "via-vai" sospetto di persone a qualsiasi ora del giorno e della notte. Di qui il controllo nell'alloggio, nel rione Parella.

Entrando nell’appartamento, i poliziotti hanno sentito un forte odore di marijuana provenire dalla camera del giovane. Nel corso della perquisizione, gli agenti hanno trovato hashish e marijuana contenuta in diversi sacchetti per un peso complessivo di 112 grammi. Oltre al materiale necessario per il confezionamento delle dosi, i poliziotti hanno rinvenuto 835 euro in denaro contante. 

A Venaria, nei giorni scorsi, i carabinieri hanno arrestato un pusher italiano di 32 anni che spacciava droga all’interno del suo appartamento.

Anche in questo caso, il continuo passaggio di persone dalla casa del giovane, a tutte le ore del giorno e della notte, non è passato inosservato ai residenti, che hanno così deciso di segnalare il caso ai militari venariesi.

Dopo una serie di appostamenti, ecco scattare il controllo. Nel corso di una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto e sequestrato 100 grammi di droga, tra cocaina e marijuana, 120 capsule di medicinale tipo “Actifed” (usato dai giovani allo stesso modo della cocaina, con effetti allucinogeni), 1 bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente, oltre a 455 euro in contanti.

La droga era nascosta nel cuscino, in camera da letto

Nei giorni scorsi, un 25enne è stato arrestato e la sua fidanzata, coetanea, denunciata per spaccio dagli uomini della Squadra Volante.

I due erano nell'appartamento dei genitori di lui quando hanno suonato alla porta i poliziotti, in un appartamento di Mirafiori Nord. In particolare, lei si era fatta trovare a letto, con la stessa poggiata sul cuscino. 

Durante la perqusizione nella camera da letto, dentro ad alcuni cassetti, i poliziotti hanno rinvenuto degli involucri in cellophane contenenti delle infiorescenze di marijuana. Mentre il ragazzo si mostrava poco collaborativo durante la perquisizione, la fidanzata appariva del tutto indifferente, tanto da rimanere sdraiata sul letto. Un comportamento che ha insospettito gli agenti, decidendo di farla spostare per controllare quel cuscino: all’interno della federa, un sacchetto in plastica sottovuoto contenente un pezzo di hashish ed un bilancino di precisione.

Nel portafogli della ragazza sono stati poi trovati anche un involucro in plastica contenente alcuni grammi di marijuana e mille euro in contanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

Torna su
TorinoToday è in caricamento