Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Aurora / Corso Novara

Torino, dallo spaccio di droga arrivano 13.600 euro: due arresti e una denuncia

Persona denunciata per un coltello

Immagine di repertorio

Un tesoretto da 13.600 euro. E' questa la cifra che gli agenti del commissariato Barriera Milano hanno sequestrato a quattro pusher tra domenica 20 dicembre 2020 e martedì 22 dicembre 2020 nell'omonimo quartiere torinese.

Partiamo dal fondo, ovvero dalla notte fra lunedì 21 e martedì 22 dicembre 2020, quando una pattuglia intercetta un taxi che "brucia" il rosso in corso Novara. Appena il taxista si accorge della pattuglia, arresta la corsa. Gli agenti, a quel punto, effettuano un controllo a bordo. E dal taxi esce, inviperito, un senegalese di 28 anni. Alla richiesta dei documenti per procedere all'identificazione, l'uomo ha detto di averli lasciati a casa, mostrando delle foto di documenti sul cellulare.  

Da un controllo nei database della polizia è emerso come il 28enne fosse già noto alle forze dell'ordine. E questo porta gli agenti ad effettuare una perquisizione dell'alloggio dell'uomo, dove nell'armadio sono stati trovati 7.300 euro in contanti e, in un cappello di lana, anche 22 dosi di crack ed una chiave.

Una chiave che apriva una cassaforte, nascosta sotto il letto e dove erano contenuti 5.900 euro e la documentazione della polizia che attestava la falsità dei documenti mostrati poco prima in foto. Inevitabili, a quel punto, le manette per "detenzione ai fini di spaccio" e "falsa attestazione a pubblico ufficiale".

Domenica pomeriggio, invece, era stato arrestato un 21enne italiano, dopo un controllo a seguito del forte odore di marijuana che emanava. "Ho fumato un pò prima, ma non ne ho con me", ha detto agli agenti. Ma era una bugia, visto che dalla successiva perquisizione venivano trovate due infiorescenze di marijuana nel portafoglio.

Esteso il controllo all'abitazione, gli agenti trovano una busta ed alcuni involucri contenenti la stessa sostanza per un peso di circa 70 grammi, un bilancino di precisione, materiale da confezionamento e circa 400 euro in contanti. Di qui l'arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 

Passano 24 ore e, in via Malone, gli agenti notano un gruppo di persone disposte in cerchio ed un uomo al centro. Ovvero un ragazzo di 21 anni di nazionalità marocchina che, alla vista della pattuglia, getta diversi frammenti di hashish che nascondeva nella mano. I poliziotti recuperano gli involucri, del peso di circa 40 grammi, e controllano un'altra persona - un 32enne suo connazionale - sorpreso a nascondere un coltellino nella tasca dei pantaloni. I due sono stati denunciati: il 32enne per "porto di armi od oggetti atti ad offendere" mentre il 21enne per "detenzione di sostanza stupefacente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, dallo spaccio di droga arrivano 13.600 euro: due arresti e una denuncia

TorinoToday è in caricamento