Cronaca Aurora / Via Francesco Cigna

Torinese, 4 ricercati tra i 6 arrestati dai carabinieri nelle ultime 24 ore  

Durante i controlli a Torino, Carmagnola, Orbassano, Chieri e Rivarolo

Immagine di repertorio

Nell’ambito dei controlli del territorio disposti dal Comando Provinciale, intensificati in questo periodo per vigilare sul rispetto della normativa anti covid, i carabinieri hanno arrestato 6 persone nelle ultime 24 ore.
 
A Torino, nel quartiere Mirafiori, i carabinieri hanno rintracciato e arrestato un italiano di 48 anni di Torino, destinatario di un ordine di carcerazione per furto. L’uomo è stato collocato ai domiciliari. L’uomo è stato riconosciuto mentre passeggiava in strada dai carabinieri della Stazione di Torino Borgata Mirafiori. In via Cigna, invece, i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato un marocchino di 30 anni, in Italia senza fissa dimora, subito dopo aver rubato all’interno di un supermercato. I militari dell’Arma di pattuglia in zona hanno visto l’uomo uscire di corsa dal negozio e si sono insospettiti e sono intervenuti.  

A Chieri i carabinieri hanno arrestato un italiano di 52 anni per furto. L’uomo è stato fermato in via Roma, vicino alla stazione ferroviaria, in sella a una mountain bike con una borsa contente diversi capi d’abbigliamento ancora provvisti di etichetta. I carabinieri del locale Nucleo Radiomobile hanno verificato che tutto il vestiario era stato rubato poco prima da un centro commerciale di Chieri, mentre la bicicletta era stata rubata da una rastrelliera condominiale. La refurtiva è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.

A Orbassano carabinieri hanno rintracciato e arrestato una nomade di 48 anni, domiciliata nel campo nomadi, destinataria di un ordine di carcerazione per furto aggravato. A Carmagnola i militari hanno fermato e bloccato un altro ricercato per furto. Si tratta di un italiano di 57 anni di Carmagnola, destinatario di un ordine di carcerazione.
 
A Rivarolo, infine, i carabinieri hanno arrestato un italiano di 41 anni, residente a Cuorgnè, perché destinatario di una misura cautelare in carcere per violenza, minaccia, violazione di domicilio e possesso di un coltello. L’uomo, lo scorso 4 dicembre, si era presentato a casa di un imprenditore e dopo aver scavalcato la recinzione condominiale, lo aveva minacciato con un coltello per ottenere una somma di denaro. La vittima aveva chiamato il 112 e l’intervento dei carabinieri della locale Stazione aveva permesso di bloccare il 41enne che alla vista dei militari dell’Arma aveva gettato il coltello a terra. In quell’occasione, l’uomo era stato denunciato a piede libero e ora gli è stata notificata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torinese, 4 ricercati tra i 6 arrestati dai carabinieri nelle ultime 24 ore  

TorinoToday è in caricamento