menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte delle armi sequestrate ai tifosi

Parte delle armi sequestrate ai tifosi

L'armamentario degli hooligans: ci sono anche un machete e bombole di elio

Stop al rientro in Italia per cinque anni

Un machete, tre coltelli, cinque torce, quattro passamontagna, paradenti, guanti rinforzati, due bombole di elio utilizzabili per aumentare l'adrenalina in caso di scontri. Questo l'armamentario sequestrato dalla Digos di Torino ai 54 tifosi dell'Ajax (appartenenti al gruppo oltranzista The Fifth) fermati lunedì 15 aprile 2019 in autostrada a Settimo Torinese.

Per tutti è scattato il rimpatrio (senza vedere la partita dei quarti di finale di Champions League vinta dalla squadra olandese) e, successivamente, anche un provvedimento di divieto di accesso agli impianti sportivi italiani (Daspo) valido per i prossimi quattro anni.

"Questa gara - dice Carlo Ambra, capo della Digos - era considerata ad altissimo rischio. Intercettare questi tifosi violenti è stato anche un monito per gli altri. I controlli sono poi proseguiti naturalmente per tutto il giorno successivo". Il provvedimento di allontanamento prevede anche il divieto di ingresso sul territorio italiano per i prossimi cinque anni, pena l'arresto.

Tre italiani sono stati denunciati nella serata di ieri, martedì 16, prima della gara dagli agenti della divisione amministrativa e sociale: uno stava vendendo biglietti contraffatti, altri due sciarpe contraffatte. Tre negozianti della zona sono stati denunciati per avere violato il divieto di vendere alcolici. Sempre ieri la polizia locale ha controllato 14 banchi mobili nella zona dello stadio: quattro sono stati multati e a uno di loro è stata sequestrata la merce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento