Insegnante uccisa e gettata in una cisterna: accusa, 30 anni per Gabriele

Processo d'appello

Gabriele Defilippi

La pg Sabrina Noce, mercoledì 12 dicembre, ha chiesto di confermare la condanna a 30 di carcere per Gabriele Defilippi, 23enne reo confesso dell'omicidio di Gloria Rosboch, insegnante di Castellamonte strangolata e gettata in una cisterna nel gennaio 2016.

Il processo di primo grado si era concluso appunto con la condanna del ragazzo, che era riuscito a evitare l'ergastolo, e del suo amante-complice Roberto Obert, 56 anni, a 19 anni (anche questa richiesta è stata confermata).

Il corpo di Gloria Rosboch fu trovato nel febbraio 2016, un mese dopo il delitto, nella cisterna dove era stata gettata a Rivara.

Gabriele Defilippi, l'intervista: "Ero a un bivio. Ho pensato di farla finita"

A fine novembre Gabriele Defilippi ha parlato con i giornalisti dal carcere di Torino. Il ragazzo che tre anni fa ha ucciso Gloria Rosboch ha spiegato: "Grazie al carcere ho calato la maschera. Prima c'era un Gabriele istrionico e narciso, adesso quando vedo la gente non penso più di fare del male. Dovrei chiedere scusa ai familiari della professoressa Rosboch. Io credo che anche tutto questo sia legato a lei. Io voglio dare un senso costruttivo a questa esperienza costruttiva. È di questo che avevo bisogno io". 

Nel video racconta: "Tutti i giorni si fanno i conti con la propria coscienza. Non voglio ricostruire una vita basata sull'illecito. Voglio un futuro migliore e pulito. Credo che il carcere ti faccia riflettere e ti dia la possibilità di rapportarti con il mondo che ti circonda essendo te stesso. Non mi aspetto che le mie scuse vengano accettate, ma credo che il modo migliore per dare un senso alle mie scuse sia fare vedere un Gabriele diverso. Quanto tutto questo mi pesa lo so solo io".
 

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

Torna su
TorinoToday è in caricamento