Rider aggredito, picchiato e derubato dei soldi: una persona viene arrestata e lui denunciato

Perché irregolare

Immagine di repertorio

Essere un rider ai tempi del Coronavirus è ancora più complicato. Vero che le macchine sono molte di meno. Ma è pur vero che si pedala praticamente da soli, con la paura di potenziali aggressioni. 

Ne sa qualcosa un 30enne che giovedì sera, 16 aprile 2020, in via Fossata, è stato accerchiato da tre persone, che hanno iniziato a strattonarlo.

Una scena vista in presa diretta dagli agenti della Squadra Volante, subito intervenuta. Ne è nato un inseguimento. Due di loro sono riusciti a fuggire, facendo perdere le tracce nella zona di corso Giulio Cesare.

Il terzo, invece, è stato fermato e arrestato per "rapina in concorso": si tratta di un nigeriano di 28 anni con precedenti di polizia e irregolare in Italia.

Il rider, che è stato medicato, ha raccontato come fosse stato avvicinato dai tre, strattonato e colpito con una serie di pugni, prima di essere "alleggerito" di 85 euro che aveva in tasca. 

A seguito dei controlli, è emerso come il giovane avesse precedenti di polizia a carico e, soprattutto, fosse stato colpito da un ordine di espulsione: e così è stato denunciato in stato di libertà per "violazione della normativa sull’immigrazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento