rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazza Cesare Augusto

Prima le minacce con il coltello poi l'aggressione con la spranga in Torino Centro. Tutto per soldi e cellulare

Arrestato dalla polizia dopo aver aggredito gli agenti con la stessa spranga

Era riuscito ad avvicinare la vittima senza dare troppo nell'occhio. Poi gli ha mostrato un coltello a scatto e lo ha minacciato: "dammi i soldi e il cellulare. E non ti accadrà nulla".

La vittima, però, ha provato a difendersi. Ma quel 21enne, di nazionalità marocchina, con scatto fulmineo, è riuscito a sfilare il portafoglio dalla sua tasca e a rubargli quanto c'era all'interno.

Non pago, ha continuato a minacciarlo, pretendendo anche il cellulare. All’ennesima resistenza della vittima, il 21enne ha afferrato una spranga di ferro e ha iniziato a percuoterlo. Prima al capo, poi al volto.

I fatti sono successi martedì pomeriggio, 1 febbraio 2022, nella zona dell'area verde di fronte alle Porte Palatine. 

La vittima è riuscito a chiamare la polizia. Gli agenti della Squadra Volante, che erano già nei paraggi, sono riusciti ad arrivare quando ancora il rapinatore era lì. Il giovane, alla vista delle forze dell'ordine, ha provato a più riprese a colpire gli agenti con quella stessa spranga.

Alla fine, però, le manette ai polsi sono scattate con le accuse di rapina e detenzione di sostanza stupefacente: nel marsupio sono state trovate 30 pastiglie di Rivotril, farmaco che, se associato all'alcol, ha effetti simili all'eroina. Allo stesso tempo, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima le minacce con il coltello poi l'aggressione con la spranga in Torino Centro. Tutto per soldi e cellulare

TorinoToday è in caricamento