menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Follia in carcere: detenuto sferra un pugno in faccia (senza motivo) all'agente penitenziario

Ennesimo caso

Ancora una aggressione in carcere. Questa mattina, mercoledì 5 febbraio, verso le 9.30, un detenuto di 30 anni, di nazionalita? nigeriana - in carcere per rapina - ha colpito con un violento pugno in faccia un agente in servizio nell'undicesima sezione del Padiglione “C” del carcere delle Vallette.

L'agente è stato subito portato in ospedale, al Maria Vittoria, per tutti gli accertamenti del caso. 

A denunciare l'accaduto è Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria):

“Mai come in questo periodo viviamo un drammatico momento di completo stato di abbandono e la Polizia Penitenziaria si trova sempre piu? sola e in condizioni disumane a risolvere le criticita? che si presentano nel quotidiano con grave penuria di personale senza strumenti e mezzi. Chiediamo che il Ministro Bonafede dichiari lo stato si emergenza e convochi un tavolo per poter affrontare concretamente e una volta per tutte i problemi piu? urgenti quali : le reiterate e gravissime aggressioni nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria nelle carceri Italiane, la grave carenza di organico, il rinnovo del contratto ormai scaduto da tempo e il gravissimo sovraffollamento di tutti gli Istituti penitenziari d’Italia. Quanto sta accadendo e? inammissibile e intollerabile e ci risulta assai difficile comprende come la politica sia in silenzio assordante sugli annosi problemi delle carceri in Italia. Quanto richiesto dal sindacato Osapp e? oltre che legittimo, ‘imprescrittibile’ ”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento