Cronaca Centro / Piazza Carignano

Unioni civili, Torino c'è: in migliaia oggi in piazza Carignano

Contemporaneamente ad altre città, davanti alla sede del primo Parlamento italiano, cori e flash mob per sostenere l'approvazione del decreto legge Cirinnà

Una gremita piazza Carignano (foto di Riccardo Muraro)

E Torino c'è. Oggi all'appuntamento delle 15.30 in piazza Carignano per "dare la sveglia" all'Italia erano circa in ottomila. La manifestazione, fatta di cori e flash mob coloratissimi, era organizzata da Torino Pride e ha visto una grande e variegata fetta della cittadinanza riunita per sostenere i diritti delle unioni civili e soprattutto il decreto legge Cirinnà che verrà discusso in aula il 28 gennaio. 

In piazza,  con l’hashtag#svegliatitalia, i coordinamenti GLBT, i cittadini gay, lesbiche, bisessuali, trans ed etero si sono presentati con tanti palloncini colorati a forma di cuore ma soprattutto con sveglie e orologi sincronizzati, con l'obiettivo preciso di "svegliare" il paese nei confronti del riconoscimento dei diritti civili.

E fra migliaia di cittadini non sono mancate le istituzioni: in prima linea il sindaco Piero Fassino, il primo a salire sul palco montato appositamente per l'occasione, seguito poi dell'assessore regionale Monica Cerutti.  "Siamo qui - ha detto il primo cittadino - perché questa è una battaglia di civiltà che unisce tutti, senza alcuna distinzione di partito". 

Presenti anche gli altri candidati sindaco Giorgio Airaudo per la Sinistra Italiana e Roberto Rosso per il centrodestra mentre non è stato possibile presenziare per Chiara Appendino del M5S, fresca neo mamma. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unioni civili, Torino c'è: in migliaia oggi in piazza Carignano

TorinoToday è in caricamento