rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Aurora

Mascherine griffate false, maglioni e 200.000 pentole: scoperta a Torino maxi frode in commercio

Prodotti che avrebbero fruttato oltre 1.500.000 di euro

Mascherine chirurgiche griffate, articoli di maglieria e oltre 200.000 pentole in acciaio contraffatte. Sono solo alcuni dei prodotti che la Guardia di Finanza di Torino è riuscita a intercettare e sequestrare prima che fossero immesse in commercio. Se venduta la merce avrebbe fruttato oltre 1.500.000 di euro. 

L'indagine dei baschi verdi torinesi nasce grazie a due distine operazioni avvenute sul territorio torinese; da qui i militari sono riusciti a individuare tre depositi - a Prato, Varese e Bergamo - contenenti prodotti di falso made in Italy. Tutto ha inizio però dagli scaffali di un negozio di Porta Palazzo. 
 
È nel cuore multietnico di Torino che i finanzieri individuano maglioni e sciarpe venduti come prodotti in 'seta' o 'cashmere', ma che in realtà erano composti da materiale acrilico. I finanzieri riusciranno a risalire a tutte le fasi della filiera degli approvvigionamenti e a individuare, nel pratese, un importante punto di distribuzione gestito da un imprenditore di origine cinese. Nel deposito migliaia di maglie, sciarpe, ma anche oltre 10.000 mascherine filtranti illecitamente griffate con il marchio Louis Vuitton e Gucci. L’imprenditore è stato denunciato per i reati di frode in commercio, contraffazione di marchi, falsità in certificazione e ricettazione.

Sempre da Torino è partita l'operazione che ha portato i baschi verdi all'individuazione di oltre 200.000 tra pentole in acciaio, caffettiere e coperchi in vetro recanti false indicazioni merceologiche per un valore commerciale di circa un milione e mezzo di euro. In questo caso i magazzini che contenevano la merce falsa erano a Somma Lombardo (VA) e Pontida (BG). 

I prodotti, seppur venduti come italiani, erano stati importati dalla Cina da un'impresa che si è occupata della distribuzione. L'amministratore della società è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per i reati di frode in commercio e false indicazioni di origine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine griffate false, maglioni e 200.000 pentole: scoperta a Torino maxi frode in commercio

TorinoToday è in caricamento