Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
APPROFONDIMENTO CITY
Storie

L’ultimo barbiere artigiano di Torino ha i saponi al vermouth

Paolo Barrasso è l’unico barbiere artigianale di Torino e ha una certa passione per il vermouth e per i saponi da barba

“Barbiere Paolo?” fa al telefono Paolo Barrasso, rispondendo con gentilezza alla chiamata. Dall’altra parte della cornetta c’è un uomo che appartiene alla terza generazione di barbieri della sua famiglia, ha appreso il mestiere da suo padre che aprì il negozio a Torino nel 1969, dov’è ancora oggi, a Via San Secondo 16 a pochi passi dal centro. Il padre, che a sua volta aveva appreso il mestiere dal padre, aveva lasciato Sant’Agata di Puglia per trasferirsi a Torino dove il figlio Paolo avrebbe più che degnamente portato avanti l’arte della barba all’italiana.

Paolo Barrasso, il barbiere di Torino

Paolo Barrasso e la barba all’italiana

60 anni sulle spalle, di cui 43 anni di onorato servizio, Paolo è oggi l’unico barbiere torinese a fare la barba ancora a mano, “pettine, forbice e rasoio a mano libera, come si faceva una volta” ci tiene a dire “in questo negozio non entrano macchine e macchinette”. Eppure a questo spirito per la tradizione si affianca un fuoco innovativo. Nel 2015 Paolo fa il sito per il suo negozio, lo rinnova mantenendo uno stile vintage ma apprezzabile per il pubblico torinese (la lambretta che fa da cassa, poltrone e consolle in legno). Questa insolita vetrina tecnologica per un barbiere incuriosisce Paola Barile, che gestisce un’azienda storica che realizza prodotti da barba, profumi e saponi a Torino, la TFS. Da lì nasce una proficua collaborazione che porta alla creazione di prodotti targati “Paolo Barrasso, dal 1969 il barbiere di Torino”.

L'esterno del barbiere a Torino

L’amore per il vermouth e per l’Italia

E così entra in gioco un’altra passione di Paolo, quella per il made in Italy e per il vermouth. “Quando vado in qualche bar ordino sempre un cocktail con il vermouth” ci racconta. Un giorno in bottega compare un rappresentante che gli propone saponi da barba americani al cognac, al gin e al whisky. Incuriosito, si decide a comprare un libro, “Il vermouth di Torino” di Fulvio Piccinino, chiama Paola e le propone di farci una linea speciale. Ne verrà fuori un sapone da barba e un profumo (da usare sia come dopo barba che come profumo vero e proprio) costruito con lo stesso bouquet di oltre 20 erbe aromatiche che si trovano nel vermouth bianco. “Stanno funzionando molto, fortunatamente” ci spiega. A ogni cliente che entra infatti, vengono proposte spazzole, rasoi e saponi da scegliere, e così anche il profumo più apprezzato al naso, tra cui quello al vermouth bianco. 

Saponi e profumo con l'aromatizzazione del vermouth

Il nuovo prodotto, che dovrebbe celebrare i 50 anni del negozio, esce causa Covid a natale 2022. “La cosa principale però che si deve dire è che questa è ancora la barberia di una volta. Certo qui è venuta anche la BBC” ci dice Paolo, felice di ricordare i 33 anni di amicizia con il compositore Ezio Bosso. I profumi al vermouth si possono provare direttamente in negozio o acquistare sul sito di TFS. Certo, siamo sicuri che un giro a Via San Secondo sia da fare, almeno una volta nella vita. Soprattutto per gli appassionati di Vermouth.

Leggi il contenuto integrale su CiboToday

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TorinoToday è in caricamento