Luce e gas, 8 consigli utilissimi per avere bollette meno salate in autunno e inverno

Vediamo come risparmiare

immagine di repertorio

Ormai siamo nel vivo dell'autunno ed anche il 'Generale inverno' si avvicina sempre più. Le temperature si abbassano, fa e farà sempre più freddo. Anche la pioggia cade sempre più spesso. Sono sempre di più le ore che trascorriamo in casa. Si accendono le luci, per compensare il grigiore esterno, si alzano i riscaldamenti, per godersi un clima più mite, almeno all'interno delle mura domestiche.

Tutto questo però ha un risultato. Aumentano i consumi e le bollette sono più salate.

Se non vogliamo spendere cifre esorbitanti per limitare gli sprechi dobbiamo gestire gli impianti nel modo più corretto.

In questa guida, vedremo come possiamo riuscire ad avere tutti i confort, coniungando il rispetto per l'ambiente e per le nostre possibilità di spesa.

1) Limitiamo la temperatura degli impianti di riscaldamento

Ricordiamoci che, come sanciscono anche i decreti legislativi 412/93 e 551/9, in Italia la temperatura ideale da avere in casa è di 20 gradi, con un margine di tolleranza di 2 gradi. Se il riscaldamento è impostato su di una temperatura troppo alta, dobbiamo abbassarla, in base al clima esterno. Questo ci permetterà di limitare la temperatura dei termostati.  

2) Manutenzione della caldaia

La caldaia è l'impianto più importante durante la stagione fredda.Il suo mancato funzionamento fa lievitare anche i costi della bolletta. 

Bisogna ricordarsi di effettuare la manutenzione periodica, come stabilisce la legge, pena multe salate. 

Per questo è bene fissare l'appuntamento con un tecnico. Il mese ideale è settembre, proprio per il suo clima mite.Ultimo consiglio: durante la notte o in caso di assenza prolungata è meglio spegnere la caldaia.

3) Infissi isolanti

Il calore della nostra casa non va disperso. Le finestre isolanti ci permettono di vivere all'interno di un ambiente caldo e piacevole. Gli incentivi statali possono rendere l'installazione di nuove finestre più conveniente. Le novità sul mercato sono pensate per non disperdere l'aria all'esterno senza correre il rischio che si formi la muffa

4) Tendaggi leggeri

Danno un nuovo look alla casa. Ma se non sono funzionali, servono veramente a poco. Le tende prima di tutto devono svolgere la loro funzione. Quella di filtrare la luce d'estate, riparando le stanze dai raggi solari che possono scaldare la camera e quella di contribuire a scaldare l'ambiente d'inverno. Per questo, per la stagione autunno-inverno, è meglio sceglierle più leggere e corte. Queste non andranno a coprire i termosifoni, che riusciranno più facilmente a creare la giusta temperatura. Così facendo il tempo di accensione sarà ridotto. D'estate, invece, sono preferibili tendaggi lunghi e scuri.

5) Controllare i termosifoni

Controlliamo i termosifoni prima di metterli in funzione. Ricordiamoci di spurgare l'aria per permetterle di circolare e riscaldiamo l'ambiente. Potrebbe essere l'occasione per installare le valvole termostatiche che sono in grado di ridurre il consumo dell'acqua per il riscaldamento fino al 15%.

6) Arieggiare le camere

Il ricambio dell'aria è fondamentale ed assicura un ambiente sano e privo di muffa. 10 minuti con le finestre aperte sono sufficienti anche all'interno di una stanza grande. Questa operazione può essere fatta appena svegli o anche quando i termosifoni non sono accesi. In questo modo eviteremo sprechi inutili.

Proprio per evitare spese superflue:

  • abbassiamo le serrande quando fa buio per evitare la dispersione del calore attraverso le vetrate
  • chiudiamo i termosifoni delle stanze della casa che non utilizziamo

7) Come usare bene gli elettrodomestici e la luce

E' bene sottolinearlo. La maggior parte dei costi sulla bolletta elettrica deriva dall'utilizzo sbagliato degli elettrodomestici. Se impariamo ad utilizzarli in modo consapevole otteniamo un risparmio che arriva anche al 40%. Sul lungo periodo gli elettrodomestici che appartengono alla classe A+ o a quella A++, anche se costano di più, sono quelli che ci fanno spendere meno in bolletta.

Come possiamo avere piatti e stoviglie pulite con un consumo minore? Usando lavastoviglie e lavatrici a pieno carico e a temperature basse, utilizzando i detersivi giusti.

Il frigorifero dobbiamo controllarlo ancora meglio. Stiamo parlando, infatti, dell'elettrodomestico che consuma di più, quello che resta acceso 24 ore su 24. Il suo malfunzionamento si farerebbe sentire davvero pesantemente sulla nostra bolletta.

Anche l'uso continuo del pc ha i suoi costi. Usiamolo in modalità risparmio energetico e teniamolo collegato alla corrente solo se scarico.

Facendo in questo modo avremo meno spese ed una batteria che durerà di più. 

8) Scegliamo l'operatore e la tariffa più conveniente

Ricordiamoci che il mercato è libero e che possiamo scegliere l'operatore più conveniente. La tariffa bioraria è particolarmente adatta a chi lavora fuori casa. Se concentriamo il consumo dalle 19 alle 8 del mattino nei giorni feriali e durante tutto il weekend ed i festivi avremo guadagnato un bel risparmio in bolletta.

Prodotti online per il risparmio energetico

Termostato

Valvole termostatiche

Lampadine fluorescenti

Termostato Wi-Fi per Caldaia 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una casa bella e calda: le stanze isolate termicamente fanno risparmiare

  • Mattone, quanto rende a Torino e in Piemonte?

  • Comprare casa: 4 controlli (fondamentali) prima dell'acquisto

  • Casa piccola: come realizzare una lavanderia invidiabile

  • Impermeabilizzare il terrazzo, come renderlo resistente al tempo ed alle intemperie

  • Termosifoni accesi e stagione fredda: come tenere al sicuro le nostre piante

Torna su
TorinoToday è in caricamento