Sabato, 16 Ottobre 2021
Utenze

Riscaldamento: le date di accensione dei termosifoni a Torino

Tutte le informazioni utili

Siamo già in autunno e, sebbene le temperature siano ancora gradevoli, l'umidità con le prime piogge si fa sentire. Soprattutto al mattino e alla sera, si inizia a percepire il cambio di stagione, ma quando si potranno accendere i termosifoni? Per gli impianti di riscaldamento autonomi non esiste nessun tipo di restrizione, quindi possono essere azionati in qualunque momento e secondo le varie esigenze.

Le zone climatiche

Ciascuna località del nostro Paese ha limitazioni specifiche, definite dalle sei zone climatiche di competenza - che vanno dalla A alla F - stabilite per legge. Per definire ciascuna zona è stata utilizzata un'unità di misura convenzionale: il "grado giorno" che indica la somma, estesa a tutti i giorni dell'anno, delle differenze tra temperatura interna agli edifici, stabilita anch'essa per convenzione, e temperatura media esterna.

Torino è inserita nella zona climatica E che stabilisce l'accensione dei termosifoni a partire dal 15 ottobre e fino al 15 aprile 2022, per 14 ore al giorno. Stessa cosa per le province di Alessandria; Aosta; Asti; Bergamo; Biella; Brescia; Como; Cremona; Lecco; Lodi; Milano; Novara; Padova; Pavia; Sondrio; Varese; Verbania; Vercelli; Bologna; Bolzano; Ferrara; Gorizia; Modena; Parma; Piacenza; Pordenone; Ravenna; Reggio Emilia; Rimini; Rovigo; Treviso; Trieste; Udine; Venezia; Verona; Vicenza; Arezzo; Perugia; Frosinone; Rieti; Campobasso; Enna; L'Aquila e Potenza.

 Diverso è al contrario per molte città del sud Italia. Per esempio a Reggio Calabria, Messina e Palermo - che fanno parte della zona climatica B - il via libera all'accensione del riscaldamento non arriva prima del 1° dicembre. 

Eventi climatici straordinari

La calendarizzazione dell'accensione e dello spegnimento dei riscaldamenti può comunque essere modificata qualora ci fossero eventi climatici straordinari. In caso di eccessivo freddo, l’attuale legge (D.P.R. 412/93 e DPR 551/99) permette l’accensione degli impianti di riscaldamento anche dal 16 aprile al 14 ottobre, con un tetto massimo giornaliero di 7 ore e un livello massimo della temperatura di 20° centigradi. In ogni caso, spetta al sindaco del comune di competenza fissare nuove scadenze in base alle esigenze specifiche della località.

Termovalvole

Con l'introduzione dell'obbligo di installazione delle valvole termostatiche, ogni condomino può decidere autonomamente quando, e con quale intensità, scaldare il proprio appartamento durante il funzionamento della caldaia, in modo da conservare un microclima salubre, risparmiando. Le sanzioni previste, qualora le termovalvole non siano state installate secondo gli obblighi di legge, ammontano da un minimo di 500 euro ad un massimo di 2500 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riscaldamento: le date di accensione dei termosifoni a Torino

TorinoToday è in caricamento