Venerdì, 25 Giugno 2021
Sicurezza

La verità sulla polvere: da cosa è composta e quale può essere il suo impatto sulla salute

Uno studio globale

Il Coronavirus ha costretto tutti a passare maggior tempo in casa e conseguentemente ad essere più sensibili e più attenti alla pulizia dell’ambiente domestico. Quello che colpisce della polvere è la sua capacità di riprodursi e riproporsi in un baleno.  A volte viene da chiedersi: “cos’è, da dove viene, chi l’ha rimessa qui che l’avevo appena tolta!” 

Lo studio della Dyson

Quello della Dyson vuole essere uno studio globale su come sono cambiate le abitudini nel pulire la casa e su cosa si sa della polvere domestica e dell’impatto che può avere su salute e benessere. L'analisi si basa su un campione di 10.754 persone di 10 Paesi di tutto il mondo ed è stata condotta tra il 23 ottobre e l’11 novembre scorso. Il dato più allarmante emerso dallo studio - spiega un comunicato della Dyson - è sicuramente che solo in "pochi sono consapevoli di cosa sia composta la polvere presente nelle abitazioni".

Nel nostro Paese, che è tra i più colpiti dalla pandemia, il 60% degli intervistati ha dichiarato di aver modificato in maniera sostanziale le proprie abitudini aumentando l'attività di pulizia della propria casa molto per il 25% un po' per il restante 35%. Simile la situazione in Spagna, Cina e USA.

Cosa si nasconde nelle nostre case?

Ben il 46% del campione intervistato si dice “preoccupato” per la presenza di polvere all’interno della casa anche se le risposte ai questionari dimostrano che esiste un gap di consapevolezza sulla questione, anche se si passa molto più tempo in ambienti chiusi.

La polvere, che da quasi 20 anni rappresenta uno dei maggiori oggetti di studio da parte degli scienziati e microbiologi Dyson, può essere considerata lo specchio delle nostre abitudini ma anche un ricettacolo di componenti eterogenee che, in alcuni casi, possono costituire un vero e proprio rischio per i soggetti più sensibili (allergici) e non solo.

Molti intervistati (21%) hanno affermato di non conoscere il contenuto della polvere che si annida in casa, mentre il 12% del campione si è detto convinto che al suo interno vi siano soprattutto residui di capelli.

La verità sulla polvere

Gli studi dimostrano che la polvere è fatta soprattutto di acari e delle loro feci, ma vi possono proliferare e conservarsi anche alcuni virus e diversi batteri. "La polvere domestica - spiegano i ricercatori della Dyson - è una complessa matrice di particelle, fra cui cellule di pelle morta, capelli, acari della polvere, feci di acari della polvere, batteri, virus, muffa, piccoli insetti e altre fibre. Molte di queste particelle sono visibili solo al microscopio, quindi non ci sorprende che la maggior parte delle persone non abbia un’idea chiara sulla polvere che si accumula negli ambienti interni. Ma sono proprio quei componenti invisibili che possono influire sul nostro benessere". 

Molte persone però nutrono ancora dubbi sul potenziale legame tra la polvere domestica e virus, microbi e batteri. “Si può dire che in pochi pensano a cosa contiene la polvere. Oltre ai componenti visibili della polvere - afferma Dennis Mathews, ricercatore scientifico in Microbiologia presso Dyson - la nostra conoscenza generale degli elementi invisibili è relativamente limitata”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La verità sulla polvere: da cosa è composta e quale può essere il suo impatto sulla salute

TorinoToday è in caricamento