rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Sicurezza

Come scegliere il materasso dei vostri sogni: la guida completa

Per ogni esigenza

"È esperienza comune che un problema difficile la sera si risolva la mattina, dopo che il comitato del sonno ci ha lavorato sopra". (John Steinbeck).

Trascorrere una notte insonne a girarsi e rigirarsi nel letto senza riuscire a prendere sonno. Per alcuni è una terribile abitudine, che impedisce di avere le giuste energie per affrontare la giornata. Un buon materasso può rivelarsi un formidabile alleato per tornare a godere del meritato riposo. In questa guida vedremo quali sono i fattori di cui bisogna tenere conto per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze. 

1) Posizione nel sonno

Il letto è sinonimo di relax, per questo si cerca la posizione in grado di far sentire a proprio agio. Prima di acquistare un materasso è bene pensare a come si dorme abitualmente:

  • supini: in questo caso la colonna vertebrale ha bisogno di un sostegno mirato e il materasso rigido è perfetto;
  • su un fianco: la spalla deve poter “sprofondare” nel materasso per evitare dolori al risveglio, quindi meglio un modello con rigidità media;
  • a pancia in giù: in questo caso il materasso ideale è quello a molle o in lattice perché deve essere sufficientemente rigido.

2) Rigidità del materasso

Prima di scegliere qualsiasi materasso bisogna valutare il proprio peso perché un buon materasso deve sorreggere il corpo, dare sostegno alla colonna vertebrale e non essere scomodo. Per dormire serenamente è importante scegliere il grado di rigidità:

  • H1: è molto morbido e può essere adatto per chi ha una corporatura esile
  • H2: ha una rigidità media e si adatta ad un peso che va dai 60 agli 80 kg
  • H3: è molto rigido e quindi perfetto per chi ha una corporatura massiccia

In commercio, ci sono anche materassi con fasce differenziate in base alle diverse parti del corpo. Negli ultimi anni sono apparsi modelli matrimoniali con rigidità diversa da una parte all’altra per permettere alla coppia il giusto compromesso.

3) Misure dei materassi

Alzarsi dal letto freschi e riposati vuol dire avere un materasso con le misure adatte alle diverse esigenze. Che siano matrimoniali o singoli, lo spessore ideale va dai 22 ai 26 cm. Un materasso troppo sottile può risultare scomodo e causare dolori muscolari, un modello troppo alto invece, non sempre è comodo. L’importante è che riesca a sorreggere in maniera corretta il corpo senza usurarsi nel tempo.

Oltre all’altezza anche le dimensioni del materasso non devono essere sottovalutate, il modello deve permettere di distendere le braccia e le gambe senza andare oltre il bordo, quindi deve essere almeno 20-30 cm in più.

In generale le misure sono standard e in commercio si possono trovare:

  • materassi a una piazza: il classico materasso singolo, pensato per una sola persona ha una larghezza di 80-90 cm per una lunghezza di 190-200 cm;
  • materassi a due piazze: il modello matrimoniale ha una larghezza di 160/170 cm e una lunghezza di 190/200 cm
  • materasso a una piazza e mezza: ideale per una sola persona, offre più spazio rispetto al modello singolo e quindi un comfort maggiore, infatti le misure sono 120 cm in larghezza e circa 190 cm in lunghezza;
  • materasso alla francese: meno diffuso, è leggermente più grande di quello a una piazza e mezzo, circa 140 cm di larghezza per 190 cm di lunghezza e può ospitare comodamente due persone;
  • materassi su misura: sono realizzati per chi ha determinate necessità e per questo possono avere dimensioni particolari, ma in generale devono adattarsi alla rete per non influire sulla comodità.

4) Materiale

In lattice, memory foam o a molla: sono i materiali più diffusi che possono influire sulla qualità del sonno. Per scegliere il modello giusto e alzarsi senza dolori è bene approfondire le caratteristiche di ogni materiale.

  • Materasso in lattice

Ricavato dalla pianta della gomma il lattice è un materiale naturale e flessibile che si adatta al corpo distribuendo uniformemente la pressione. Il modelli realizzati con questo materiale sono adatti a chi si muove molto nel sonno perché il lattice ne assorbe velocemente i movimenti. Inoltre, è ideale per le persone che soffrono di allergie e asma.

  • Memory foam

Pensato per le persone particolarmente freddolose, questo materiale tende a trattenere maggiormente il calore del corpo, ma ha bisogno di essere arieggiato quotidianamente per far assorbire l’umidità. Il materiale flessibile garantisce un buon livello di comfort anche se si adatta alla forma del corpo meno velocemente rispetto a quello in lattice.

  •  Materasso a molle

Il modello tradizionale è formato da molle che conferiscono al materasso elasticità e solidità. I più diffusi sono quelli con molle “insacchettate” ovvero inserite singolarmente in un sacchettino di tessuto per evitare che sfreghino tra di loro. Si adattano efficacemente alla pressione del corpo e vanno bene per tutti i pesi.

  • Memory gel

Adatto per chi ha problemi di circolazione, il materasso realizzato con questo materiale è formato da uno strato centrale in memory foam e due esterni in polygel, una schiuma fredda sotto forma di gel. Questa è in grado di mantenere costante la temperatura della lastra, senza mai superare la temperatura corporea. Oltre a dare benefici durante la stagione calda, facilita l’ossigenazione dei tessuti.

Prodotti online

Materasso matrimoniale memory e lattice

Materasso matrimoniale in lattice 

Materasso matrimoniale in lattice

Materasso matrimoniale memory gel

Materasso singolo memory foam

Materasso a molle indipendenti insacchettate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come scegliere il materasso dei vostri sogni: la guida completa

TorinoToday è in caricamento