Furti in casa: i dieci consigli che ci permettono di evitarli

Mai abbassare la guardia

immagine di repertorio

Mai abbassare la guardia. Per evitare i furti nelle proprie abitazioni, i torinesi possono mettere in pratica i dieci consigli contenuti nell'elenco stilato da Assiv (Associazione italiana vigilanza e servizi fiduciari) e Italpol Vigilanza. Tra questi, fondamentali una porta di accesso blindata e le serrature: teniamole sempre chiuse, utilizzando tutte le mandate.

Le grate antintrusione devo difendere le zone più vulnerabili come i primi piani e gli attici.

Un sistema d'allarme, interno e periferico, da sottoporre a regolare manutenzione, aiuta a dormire più tranquilli. 

Decalogo stilato dagli esperti di Assiv e Italpol Vigilanza

1) Per la scelta della porta, il montaggio e la manutenzione affidatevi sempre a professionisti del settore. La porta di accesso all’appartamento deve essere blindata in classe di sicurezza elevata. Le serrature devono essere sempre chiuse utilizzando tutte le mandate.

2) Controllate sempre che all’altezza delle serrature e dei punti di appoggio della porta blindata non vi siano segni di effrazione: potrebbero essere prove generali finalizzate ad un furto

3) Dotare i primi piani e gli attici (che per motivi logistici sono i più attaccabili) di grate antintrusione.

4) Controllare, quando si scelgono e si montano le grate, che le stesse non possano essere utilizzate come “scala” per raggiungere il piano superiore.

5) Far installare un sistema di allarme dalle ditte specializzate. Questo deve essere interno, ma anche periferico. Deve, infatti, essere in grado di proteggere il perimetro della nostra abitazione.

6) L'allarme periferico deve entrare in funzione prima che il ladro inizi l'attacco intrusivo. Quindi non deve essere vicino all'area da proteggere. In prossimità delle cellule dell'allarme perimetrale si consiglia di posizionare degli oggetti per obbligare il ladro a spostarli per avere accesso all'appartamento. Questo attiva l'allarme, prima che il ladro cerchi di attaccare le grate. 

7) L'allarme deve confluire presso il Centro Operativo di un Istituto di Vigilanza o presso le forze dell'ordine.

8) In caso di allarme, il sistema di intrusione deve entrare in funzione in modo tempestivo. L'impatto acustico deve essere notevole. Questo spaventerà chi sta compiendo il furto e richiamerà l'attenzione dei vicini di casa.

9) Il sistema di allarme deve avere una manutenzione regolare. Se suona spesso e in modo immotivato, non sarà preso seriamente quando entrerà in funzione in caso di un attacco intrusivo.

10) Tutti i condomini devono osservare alcune semplici regole come, ad esempio, chiudere sempre i portoni/cancelli di accesso principale o controllare che le porte autumatiche, quando si entra nei garage, siano sempre chiuse prima di allontanarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saldo Imu e Tasi 2019, scadenza vicinissima: tutte le novità dal Decreto Crescita

  • Spifferi in casa, 3 rimedi economici per eliminarli

  • Mercato immobiliare: opportunità interessanti, mutui ancora ai minimi storici

  • Le migliori offerte del Black Friday per la casa

  • Natale e Capodanno, affittare un trilocale liberty al Quadrilatero: per i proprietari è un vero affare

  • Il dubbio di Natale, albero vero o albero artificiale?

Torna su
TorinoToday è in caricamento