rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Giardino

Forsizia in fiore, il giallo colora Torino: la primavera è sempre più vicina

Forte e facile da coltivare

La mimosa è fiorita un po' prima ma in città non ce ne sono molte, il clima rigido del Piemonte non è adatto al fiore tipico dell’8 marzo che  patisce le gelate. La forsizia invece a  Torino è di casa,  non c’è giardino che non ne abbia qualche pianta in bella evidenza, ed in questo periodo sono tutte in fiore, punteggiando di giallo ogni luogo.

E’ un arbusto ma può raggiungere i tre metri d’altezza, originario dall’Asia orientale o dai balcani. Il suo nome celebra William Forsyth, uno dei botanici fondatori della Royal Horticultural Society, la più importante associazione botanica del mondo.

Forte e facile da coltivare, non richiede molte cure:

  • gradisce una posizione soleggiata;
  • non patisce il gelo;
  • si adatta ad ogni terreno, purché  fresco;
  • mostra anche una certa resistenza alla siccità.

Fiorisce alla fine dell’inverno ed annuncia la primavera imminente. I suoi rami sono tutti ricoperti di fiori giallo zolfo mentre le foglie arriveranno solo a fine fioritura, un mese dopo.

Come potare la forsizia

Per favorire una buona fioritura per l’anno successivo, spariti i fiori e arrivate le foglie, bisogna:

  • potare i rami di un anno lasciando poche gemme per far crescere nuovi getti vigorosi e pieni di fiori nella prossima primavera;
  • eliminare i rami più vecchi;

Un errore da evitare è rappresentato dalla potatura ritardata che porta all’eliminazione di buona parte dei rami che avrebbero dato fiori nella stagione successiva.

I rami di un anno potati a fine fioritura possono essere invece utilizzati per ottenere altre piante con il metodo della talea legnosa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forsizia in fiore, il giallo colora Torino: la primavera è sempre più vicina

TorinoToday è in caricamento