Illumininazione intelligente, come comandare le luci di casa dal nostro telefonino

Lampade connesse allo smartphone, risparmiando in bolletta

immagine di repertorio

Vogliamo rendere la nostra dimora sempre più connessa e ricettiva. Per farlo non possiamo non iniziare dall'illuminazione. I progressi in questo campo hanno fatto sì che i vecchi modelli a incandescenza stiano poco alla volta scomparendo. Fanno ormai parte di un anacronistico passato.

E' ormai facilissimo trovare lampadine a Led o al neon che ci permettono di risparmiare stando attenti ai consumi. Vediamo le caratteristiche principali di questo tipo di illuminazione, che può essere gestita anche dal nostro telefonino.

Lampade smart: senza HUB e con HUB

Sul mercato esistono due tipi di lampade smart: senza HUB e con HUB. Quest'ultimo è un protocollo, una stazione di controllo capace di collegarsi alle varie lampade presenti in casa. Mediante un'apposita app associata, saremo in grado di controllare tutta l'illuminazione del nostro appartamento.

Esistono anche sistemi privi di questo elemento, che possono essere gestiti, grazie ad alcuni elementi interni, tramite smartphone. Hanno però un difetto. Per ogni sistema composto da più di 3 lampade smart avremo bisogno di una apposita app.

Lampade smart: come si stabilisce il livello di illuminazione

La nostra casa può essere grande o piccola, ma l'importanza di una buona illuminazione è sempre valida. Le lampadine smart non si regolano con i watt ma prendono come parametro il lumen, la quantità di luce emessa dalla lampadina. Importante anche il lux, il parametro che misura lo spazio coperto dall'illuminazione.

Questi dispositivi sono in grado di variare il tipo di luce, permettendo di scegliere tra un ambiente illuminato con luce fredda o calda. I led, inoltre, possono anche cambiare colore. 

Quando acquistiamo una lampadina smart, ricordiamoci di fare attenzione all'attacco. Quello E27 è il più comune. Ma bisogna leggere attentamente le caratteristiche del prodotto, visto che ce ne sono davvero molti.

Connessione delle lampadine: il controllo da remoto e gli assistenti vocali

Queste lampadine hanno la caratteristica di poter essere collegate al sistema Wi-Fi per funzionare. Questo ci permette il controllo da remoto anche quando siamo fuori casa, con il semplice utilizzo dello smartphone. I sistemi Wi-Fi e Bluetooth possono funzionare senza un hub, ma hanno come limite consumi molto elevati e comunicazioni più lente.

Se invece vogliamo l'illuminazione intelligente in ogni stanza della casa ed in tutto l'appartamento è meglio orientarsi su sistemi basati su standard più adatti. Questi si orientano su due tipi di protocolli: lo ZigBee e Z-Wave. Quest’ultimo funziona a basse frequenze per far passare il segnale attraverso i muri spessi. Le frequenze cambiano in base alla zona geografica.

ZigBee ha uno standard aperto e sfrutta anche le frequenze di molte reti Wi-Fi diventando un ripetitore di segnale e funziona anche sulle lunghe distanze. Entrambi necessitano della presenza di un hub centrale a cui connettersi.

Illuminazione smart: la gestione da remoto e tramite vantaggi vocali

La gestione dell'illuminazione tramite app ha molti vantaggi. Ad esempio permette di programmare l’accensione o lo spegnimento della luce in determinati orari, a prescindere da eventuali problemi con internet o blackout. E soprattutto offre la possibilità di accendere o spegnere le luci di un intero piano in pochi secondi o con un semplice gesto.

Oltre alla connessione Wi-Fi, grazie al sistema HUB, è possibile connettere le lampadine agli assistenti vocali che consentono il controllo dell’intera casa con semplici comandi vocali. 

I tre sistemi principali sono Google Home, Amazon Alexa ed Apple HomeKit.

Da sottolineare, in chiusura, come tra gli innumerevoli vantaggi della tecnologia domotica ci siano anche i consumi ridottissimi. Anche se gli accessori smart non rimangono mai veramente spenti, perchè sono sempre pronti ad entrare in funzione, questi appartengono alle classi A o A+ e sono quindi all'avanguardia anche nel risparmio dei consumi. Sul lungo periodo assicurano anche un indubbio vantaggio in bolletta.

Casa domotica: alcuni indirizzi e riferimenti utili a Torino e provincia

Gruppo White Caos Architettura & Tecnologia

Indirizzo: Via Vincenzo Gioberti, 43/A, 10128 Torino TO
Telefono: 011 581 8145
 

Lc Impianti

Indirizzo: Corso Carlo e Nello Rosselli, 118, 10129 Torino TO

Telefono: 011 207 7315
 

Progema s.r.l. - progettazioni impianti tecnologici, domotica e sistemi di building automation

Indirizzo: Viale della Industrie, 38, 10078 Venaria Reale TO

Telefono: 011 016 0217

I prodotti online per l’illuminazione domotica

Starter Kit

Amazon Echo Plus

Dimmer Switch

Striscia Led

Telecomando Wireless

Sensore di Movimento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mattone, quanto rende a Torino e in Piemonte?

  • Birra, un alleato formidabile e sorprendente nelle faccende domestiche (e non solo)

  • Impermeabilizzare il terrazzo, come renderlo resistente al tempo ed alle intemperie

  • Pulizia del bagno, come eliminare il calcare: tutti i metodi naturali

  • La mansarda: intima, accogliente, tutta da sfruttare

  • Bonus impianti elettrici, rimborsi da 600 a 1200 euro: chi ne ha diritto

Torna su
TorinoToday è in caricamento