Domenica, 13 Giugno 2021
Profili di viaggio

Opinioni

Profili di viaggio

A cura di Emanuela Galleano

Torino città del cinematografo

Il primo cinema di Torino, il piacere dell'Amarcord

Novembre 1896, via Po 33.

Nei locali rimessi a nuovo dell'ex Ospedale di Carità , di fronte ad una platea sbalordita di cui fa parte anche il sindaco Felice Rignon, vennero proiettate le prime immagini cinematografiche – una serie di cortometraggi che presentavano, veri ed in movimento, scene di viaggi, panorami esteri e nazionali, “macchiette”. Il successo della nuova arte fu immediato, tanto che, nel 1920, solo nel tratto tra piazza Carlo Felice e piazza San Carlo si contavano cinque sale cinematografiche.

Nel 1908 nasce la casa di produzione Itala Film, che vedrà due nomi entrare nella leggenda: Giovanni Pastrone e Cabiria. La prima del film ebbe luogo il 18 aprile 1914 al Teatro Vittorio Emanuele, ed il successo fu clamoroso. Tra i titoli del film si leggeva “soggetto di D'Annunzio”, ma il Vate si era limitato in realtà ad intascare cinquantamila lire per generare dalla propria immaginazone  i nomi dei personaggi, trovare un titolo e scrivere le didascalie. Giovanni Pastrone, regista ed autore con lo pseudonimo di Piero Fosco, si guardò bene dal dissuadere l'opinione pubblica dalla convinzione che L'Immaginifico fosse autore del film e Cabiria divenne un successo mondiale. L'Itala Film conobbe allora la stagione migliore della propria storia, per cadere poi dopo la guerra sotto i colpi di quei segnali di crisi che porteranno alla chiusura degli stabilimenti, segnando la fine di un'epoca.

Per informazioni sulle visite guidate alla scoperta della 'Torino di un tempo', contattate agenzia@buscompany.it

Grazie!

Si parla di
Sullo stesso argomento

Torino città del cinematografo

TorinoToday è in caricamento