Profili di viaggio

Opinioni

Profili di viaggio

A cura di Emanuela Galleano

Tempo libero 'd'antan', Torino e il fascino retrò

Il primo appuntamento del Blog dei Viaggiatori ci ricorda che vivere fuori dal tempo è il modo migliore per sentirsi sempre in vacanza

Come trascorrevano il tempo libero i torinesi d'antan?
Scrive Alberto Arnulfi nel 1880: “... Dall'alba al tramonto il torinese lavora, alla sera si diverte e la notte si riposa. Il giorno appresso ricomincia da capo a lavorare, a divertirsi, a riposare, e così via finché non giunga un qualche improvviso cataclisma a sconvolgere questo beato ordine di cose. Questa, in poche parole, è la vita di massa dei cittadini, fatte, per inteso, le debite eccezioni per coloro che si divertono  il giorno, la sera ed anche buona parte della notte...”. Torino, alla fine dell' 800, è una città à la mode, ed i suoi abitanti, a prescindere dalla divisione classista che separa gli ambienti raffinati dei ristoranti del centro dagli schiamazzi e dai fumi delle bettole in riva al Po, si lasciano volentieri corteggiare dall'offerta dei teatri, dei varietà,dei caffè-concerto e  delle proiezioni cinematografiche; vivono grandi entusiasmi per gli agoni sportivi, senza trascurare i balli, i veglioni e le feste di piazza.
Un cuore garbatamente “gaudente”, quello dei torinesi, che ancora oggi caratterizza la vita culturale e notturna della città.

Per informazioni sulle visite guidate sulla Torino di fine Ottocento potete contattare il nostro staff

agenzia@buscompany.it oppure 011/22.61.941

Si parla di
Sullo stesso argomento

Tempo libero 'd'antan', Torino e il fascino retrò

TorinoToday è in caricamento