Lunedì, 17 Maggio 2021
Profili di viaggio

Opinioni

Profili di viaggio

A cura di Emanuela Galleano

Pertinace e gli UFO

Un disco volante su un denario romano?

Il piemontese Publio Elvio Pertinace avrebbe fatto del gran bene all’impero romano, se, chiamato alla carica il 1° gennaio 193 d.C., non fosse stato prontamente assassinato il 28 marzo seguente.

Era nato da una famiglia di liberti nel 126 ad Alba – al tempo Alba Pompeia, centro importante la cui ricca documentazione archeologica è oggi ospitata presso il Museo Civico Federico Eusebio. Il Nostro aveva inizialmente sbarcato il lunario come insegnante di grammatica, per poi diventare ufficiale e iniziare una brillante carriera: accettò il trono ormai anziano conoscendo i rischi, e per proteggere moglie e figlio non riconobbe loro gli attributi imperiali.  


Con un impero tanto breve, non stupisce che le monete coniate sotto di lui siano oggi piuttosto rare: e su una di queste (un denario d’argento rinvenuto in Siria) il numismatico Remo Cappelli notò nel 1960 qualcosa di strano. Se il diritto raffigura l’imperatore, più equivoco è il rovescio: circondata dalla scritta PROVID(ENTIA) DEOR(VM) COS II, una figura femminile – appunto la Provvidenza degli dei – sembra indicare con la destra un oggetto sospeso, una sorta di disco schiacciato con quattro bizzarre appendici terminanti in piedini. Qualcosa – si disse al tempo – di totalmente irriducibile alle raffigurazioni consuete di astri noti o comete nel resto della monetazione romana. Del resto erano anni di successo dei dischi volanti e dell’archeologia misteriosa, Peter Kolosimo (a suo modo un grandissimo, un poeta del mistero) ovviamente citò il caso e della moneta girarono a lungo foto sfocate e poco leggibili ad alimentare l’enigma. Un esame più attento su fonti numismatiche ha permesso di evidenziare da vari casi analoghi che non si tratta affatto di disco con piedini (come poteva sembrare dai guasti del singolo esemplare) ma di un “globo radiato” o stella. Forse una raffigurazione di un raro evento astrale registrato alla fine del regno del predecessore Commodo, forse un simbolo di gloria dal cielo dell’imperatore stesso.

Peccato per gli UFO, sarà per un’altra volta.

Se desiderate ricevere il catalogo #uncem2017 (Unione Comunità Montane) ed essere informati sulle attività e le escursioni nel territorio piemontese in alta montagna, potete scrivere a agenzia@buscompany.it

Si parla di
TorinoToday è in caricamento