rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
blog

L'albero di Natale di Torino diventerà più famoso di Spelacchio? Lo sapremo dopo l'accensione

L'installazione, quest'anno allestita in piazza Vittorio Veneto, ha già scatenato la polemica

Niente mercatini di Natale quest'anno a Torino e anche l'albero, è lecito dirlo, lascia piuttosto a desiderare. Piovono infatti, ancora prima della sua accensione ufficiale, le critiche sull'abete allestito da qualche giorno in piazza Vittorio Veneto. Uno schematico cono verde rivestito da una rete a maglie larghe di luci led, sormontato da una stella: qualcuno, a difesa della scarna decorazione, parla di 'linee moderne ed essenziali'...anche troppo, verrebbe da dire. "Gli alberi di Natale dei centri commerciali torinesi sono più belli", azzarda qualcuno sui social. Venti metri di installazione in materiale sintetico che, seppur difesa - in realtà solo in piccola parte - da chi apprezza il minimalismo, paragonata agli alberi allestiti in altre città piemontesi - una su tutte Asti che quest'anno si è superata con il suo ricco pino addobbato da fiocchi in tulle rossi e bianchi e con tutte le iniziative nel centro storico - ne esce irrimediabilmente sconfitta. 

Il confronto con "Spelacchio", l'albero nominato così per la miseria della sua 'chioma' che esordì a Roma sotto la giunta di Virginia Raggi, sorgerebbe spontaneo e l'aggancio viene ancora più facile quando a mettere la faccia per la scelta dell'albero torinese è stato ieri Antonino Iaria, assessore all'Urbanistica dell'amministrazione Cinque Stelle di Chiara Appendino: "La scelta di questo albero di Natale è partita con la nostra giunta - ha scritto su Facebook prendendosi la piena responsabilità -. Lo so che sarebbe più facile fare polemiche inutili, ma la realtà è che alla manifestazione di interesse ci sono state poche proposte e questa è stata la migliore". E a seguire un post scriptum: "La nuova giunta non ha ancora proposto nulla di nuovo rispetto alla nostra - ha proseguito Iaria -, anche perché noi Cinque Stelle abbiamo lavorato bene. Aspetto le grandi 'visioni nuove' per fare critiche costruttive".

Verrebbe da pensare a questo punto che i Cinque Stelle con gli alberi di Natale non abbiano una gran fortuna, oppure un gran buongusto, dipende dai punti di vista. Ma lasciamogli ancora il beneficio del dubbio: visto di giorno l'albero fa un effetto, di notte dovrebbe farne tutto un altro. E sarà domani sera, giorno dell'Immacolata, che si accenderà per la prima volta. Magari con il crepuscolo e tutte le luci a illuminarlo, sarà comunque in grado di fare la sua figura.  
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'albero di Natale di Torino diventerà più famoso di Spelacchio? Lo sapremo dopo l'accensione

TorinoToday è in caricamento