Giovedì, 23 Settembre 2021
Francesca Aimo

Opinioni

Francesca Aimo

Giornalista TorinoToday

Caro Khaby Lame, ci piaci. Ma dove ti troveremo?

Caro Khaby Lame, tanti tra noi vorrebbero avere la sfera di cristallo per sapere dove sarai tra 5 anni e cosa ci racconterai. Oggi ci piaci, ci strappi un sorriso, lanci segnali positivi e noi non vediamo l’ora di imitarti come già fanno le star del calcio. Sei nei pensieri e nei gesti di tutti. Le tue mani sono le più famose insieme a quelle (ancora in riabilitazione dopo l’ustione di qualche mese fa) di Gianni Morandi, ma lui canta mentre tu nemmeno hai la necessità di parlare. Di sicuro hai firmato un capitolo importante del mondo social grazie a quel mix inedito che hai saputo creare. È nato tutto da un gioco, ma tale non potrà rimanere a lungo e per questo ci chiediamo: “Il re di TikTok (da Chivasso), cosa ha in mente? Quali trasformazioni?”.

Per ora viviamo insieme a te questo magico momento che è un sogno per tanti giovani così come è un motivo di spensieratezza per le altre generazioni. Ti vediamo proiettato nel mondo della tv e dei social, ma ovunque sarai - molto probabilmente - trasformerai in oro tutto ciò che toccherai, ops indicherai.

Per quanto ci riguarda, l’unica certezza è che ti troveremo con un click sul cellulare quando vorremo sorridere nel bel mezzo della nostra giornata storta o raccontare a chi ancora non ti conosce chi è Kabhy Lame e come sa stupire.

Si parla di

Caro Khaby Lame, ci piaci. Ma dove ti troveremo?

TorinoToday è in caricamento