Pazienti psoriasici, consulenze (gratuite) online per i piemontesi: quando e come collegarsi

In Piemonte 120.000 persone colpite

I cittadini del Piemonte affetti da psoriasi avranno a breve l’opportunità di entrare in contatto da remoto con un dermatologo della propria Regione. L’appuntamento è per mercoledì 23 settembre dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 con il servizio di consulenza online PsoPoint, un vero e proprio punto di informazione virtuale sulla psoriasi che dopo il Piemonte toccherà molte altre Regioni italiane.

La psoriasi (dal greco "condizione di prurito") è una malattia infiammatoria cronica della pelle solitamente di carattere cronico e recidivante. Non si tratta soltanto di un disturbo estetico, ma è una malattia infiammatoria: mantenere uno stato infiammatorio perdurante nell’organismo non è mai positivo per la salute generale del paziente.

In Piemonte si stima siano circa 120.000 le persone affette da psoriasi e di queste circa il 10% è colpito da una forma moderata-severa di malattia. Purtroppo una larga percentuale di psoriasici dichiara di non essere in cura da un dermatologo perché sfiduciato o per altri motivi. Ma nel caso della psoriasi, il contatto con lo specialista è fondamentale.

I pazienti psoriasici piemontesi attraverso il portale impatto invisibile potranno entrare in contatto da remoto con i dermatologi; il dermatologo, attraverso una video-consulenza online, risponderà a dubbi e domande, fornirà informazioni sulla patologia, eventuali indicazioni sui percorsi, consigliando, se necessario, di recarsi presso un Centro specializzato nella cura della psoriasi della propria regione.

"Sdoganare questi pazienti spiega Paolo Dapavo, dermatologo associato SIDeMaST dalla falsa credenza che non esista nessuna possibilità per migliorare la loro qualità di vita è lo scopo di questa campagna e di PsoPoint. Il contatto da remoto è uno strumento ottimo, con una validità ed efficacia ampiamente dimostrate, che noi abbiamo già sperimentato nel periodo di lockdown. Il dermatologo si interfaccia con il paziente evitando accessi inutili o piuttosto suggerendo di recarsi presso un Centro per la diagnosi e cura della psoriasi quando necessario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento