Salute Crocetta / Largo Filippo Turati

Le dicevano che era asmatica, ma aveva problemi di cuore: salvata a Torino la vita di una 41enne

A intervenire le professioniste del Centro CardioDionna dell'ospedale Mauriziano di Torino

Salvata la vita di una 41enne torinese grazie alla medicina di genere e al Centro CardioDionna dell'ospedale Mauriziano di Torino. Protagonista della vicenda una donna sottoposta a una coronarografia alla quale è seguito un intervento di angioplastica salvavita. 

La 41enne, diabetica e dislipidemica, era stata visitata presso l’ambulatorio CardioDonna del Mauriziano dopo numerosi anni durante i quali era stata definita 'asmatica'. La sintomatologia di mancanza di respiro era peggiorata a tal punto da impedirle il riposo notturno e costringerla seduta di notte. Eppure alla visita pneumologica non era risultato nulla ed era stata invitata a dimagrire. 

La visita effettuata dalla dottoressa Barbara Mabritto nell’ambito del progetto CardioDonna ha invece evidenziato sia alterazioni elettrocardiografiche sia una severa disfunzione cardiaca con una frazione di eiezione all’ecocardiogramma del 25%. Una grave malattia coronarica.

La coronarografia salvavita è stata effettuata ieri - venerdì 18 agosto - dalla dottoressa Tiziana Claudia Aranzulla con un’équipe completamente al femminile. La dottoressa Aranzulla ha eseguito un’angioplastica con impianto di tre stent sull’arteria discendente anteriore, l’arteria principale del cuore. La paziente sarà seguita sempre nell’ambito del progetto CardioDonna con visite di follow-up e verrà monitorato il miglioramento auspicato della funzione cardiaca e completata la rivascolarizzazione. 

La paziente, essendo timidissima, ha dichiarato che la possibilità di avere un’équipe tutta al femminile l’ha rassicurata nell’intraprendere questa esperienza. 

Il Progetto CardioDonna viene condotto presso la divisione di Cardiologia dell'ospedale Mauriziano. Offre un percorso specificamente dedicato alle giovani donne in età fertile nella fascia di età dai 30 ai 50 anni. Già numerose donne hanno beneficiato della visita per individuare problemi non diagnosticati. Tutto sempre in un ambiente rispettoso della privacy e della delicatezza della donna, che viene curata da altre donne esperte nel settore. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le dicevano che era asmatica, ma aveva problemi di cuore: salvata a Torino la vita di una 41enne
TorinoToday è in caricamento