Allergia al nichel: i sintomi e gli alimenti da evitare

Come riconoscerla ed affrontarla

immagine di repertorio

Orologi, orecchini, occhiali, prodotti cosmetici, alimenti, inchiostro utilizzato per i tatuaggi. Il nichel è presente quasi ovunque. E sempre più persone scoprono di esserne allergiche. L'allergia al nichel è la causa più comune di dermatite allergica da contatto e, a seconda dell'entità, può esssere causa anche di:

I cibi che contegono nichel: quali evitare

La seguente lista ci fa ben capire quanto il nichel sia presente in tantissimi alimenti. La concentrazione varia a seconda della composizione biologica e dell'esposizione a cui sono stati sottoposti, causata dall'uso di fertilizzanti o di altri prodotti utilizzati in agricoltura.

Ecco l'elenco di cibi che hanno una concentrazione tale di nichel da poter causare un attacco allergico:

  • tutti gli alimenti conservati in contenitori di metallo e latta
  • molluschi e frutti di mare, aragoste e aringhe
  • lievito artificiale e margarine vegetali
  • vino, noce moscata, cannella, liquirizia, tè, cacao e derivati
  • tutti i legumi
  • arachidi, mandorle, noci e nocciole
  • carote, cavoli, spinaci, pomodori, cipolle, asparagi, piselli, funghi e broccoli
  • fichi, albicocche, avocado, pere
  • avena, grano saraceno, cereali integrali

L'allergia al nichel viene accertata attraverso esami specifici detti "patch-test". Questi vengono svolti quando, accanto alla comparsa della dermatite da contatto, si manifestano dei sintomi aggiuntivi come:

  • orticaria
  • eczema diffuso
  • angioedema
  • eritema invadente
  • disturbi allo stomaco 
  • disturbi all'intestino

Quando il 'patch-test' riscontra un caso di positività, bisognerà seguire una dieta che sia priva di tutti gli alimenti che abbiamo in precedenza elencato. Questa terapia dura normalmente 4-6 settimane, al termine delle quali si procede con un test di provocazione specifica con il nichel. 
In caso di reazione allergica alla provocazione indotta, l'allergia al nichel sarà attestata.

Allergia al nichel: l'arma migliore è la prevenzione

L'allergia al nichel è una reazione del sistema immunitario. Non è quindi curabile.  Per difendersi, l'unica arma efficace è la prevenzione. Bisogna evitare il contatto con gli oggetti ed il consumo di alimenti che contengono questo metallo. Sono disponibili medicinali in grado di alleviare i sintomi come creme a base di corticosteroidi o compresse contenenti antistaminici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento