rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Fitness

Super green pass: le nuove regole e quali sono le attività sportive dove è necessario

Le norme anti-covid

Gli ultimi decreti approvati dal governo, introdotti a partire da lunedì 10 gennaio, hanno modificato le regole per le attività sportive, anche quelle non agonistiche.  Le due condizioni per avere la certificazione verde rafforzata sono essere già vaccinati o guariti dal Covid negli ultimi sei mesi. Rispetto al green pass base non basta più il test di negatività al tampone effettuato nelle ultime 48 ore, se antigenico, o 72 ore, se molecolare, prima di entrare nell’impianto. Vediamo nel dettaglio cosa cambio per chi pratica sport.

Sport, green pass rafforzato: le norme anti-Covid

A partire dal 10 gennaio 2022, secondo quanto riportato dalle Faq del Governo sullo sport, "in zona bianca, gialla e arancione, l‘accesso a eventi e competizioni sportivi in stadi e palazzetti e l’accesso a servizi e attività di piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso, nonché agli spazi adibiti a spogliatoi e docce, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità, è consentito  esclusivamente ai soggetti in possesso di certificazione verde “rafforzata”, nonché alle persone di età inferiore ai dodici anni e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale. Il possesso della certificazione verde è richiesto anche per gli atleti agonisti o di rilevanza nazionale che accedono ai servizi e attività per i quali la normativa lo prevede."

Il green pass rafforzato è dunque necessario:

per svolgere attività sportiva o motoria all’aperto e al chiuso;

  • in palestra;
  • in piscine e centri natatori;
  • per sport di squadra e attività sportiva in centri e circoli sportivi all’aperto e al chiuso;
  • per sport di contatto al chiuso.

Chi gioca a calcio, anche a livello dilettantistico, dovrà quindi avere il super Green pass e non basterà più il tampone per chi ha scelto di non vaccinarsi.

Tra gli sport più praticati atletica, ciclismo, tennis, padel e sport equestri non richiedono la certificazione verde rafforzata ma le nuove regole riguardano anche l'uso degli spogliatoi e delle docce. A partire dal 10 gennaio 2022 l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di certificazione verde “rafforzata”, nonché alle persone di età inferiore ai dodici anni e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale, con esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità, e nel rispetto delle Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere.

Gli spogliatoi possono sempre essere utilizzati dagli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra che partecipano alle competizioni, organizzate dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, e riconosciute di interesse nazionale, con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP).

Durante competizioni ed eventi sportivi, che si svolgono al chiuso o all’aperto, è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 ed è vietato il consumo di cibi e bevande ad eventi e competizioni sportivi che si svolgono al chiuso.

La certificazione verde Covid-19 deve essere posseduta e esibita su richiesta da chiunque svolga un’attività lavorativa (istruttori, tecnici, amministrativi, collaboratori sportivi, receptionist), anche nel settore privato, deve, ai fini dell’accesso ai luoghi in cui l’attività viene svolta, possedere ed esibire, su richiesta, la certificazione verde Covid-19.

I titolari o i gestori degli impianti sportivi devono verificare che l’accesso ai servizi e alle attività avvenga nel rispetto delle disposizioni previste.

Anche per utilizzare gli impianti sciistici bisognerà essere in possesso del super green pass rafforzato per accedere agli impianti di risalita nei comprensori sciistici e vige l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per l’accesso e l’utilizzo di funivie, cabinovie e seggiovie, qualora utilizzate con la chiusura delle cupole paravento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super green pass: le nuove regole e quali sono le attività sportive dove è necessario

TorinoToday è in caricamento